Home » Crescita » Come essere più produttivi: 3 consigli fondamentali

Come essere più produttivi: 3 consigli fondamentali

Sempre più persone diventano consapevoli di quanto sia importante trovare metodi efficaci per aumentare la propria produttività. È un argomento di incredibile importanza, soprattutto per tutti coloro che hanno un’attività in proprio, una piccola start-up, o semplicemente sono dei professionisti freelance.

Soprattutto per queste categorie di persone, è assolutamente fondamentale riuscire a essere sempre attivi, in quanto dalla propria produttività dipende anche il proprio fatturato. Ma quali sono le strategie e i consigli per riuscire a essere più produttivi, perdendo quindi meno tempo in attività di scarsa importanza e concentrandosi su quelle che danno alla propria vita un alto valore aggiunto?

Esistono specifici metodi e consigli per trasformare le ore della giornata in risultati concreti, che essi riguardino il proprio lavoro o più semplicemente i progetti personali da portare avanti per passione.

Evitare di fare più attività contemporaneamente

Uno degli errori più frequenti in tema di produttività, è quello di cercare di svolgere più attività in contemporanea. Dietro al mito del “multitasking” c’è l’errata convinzione che, se si svolgono più attività in un determinato arco di tempo, si riesce a massimizzare il risultato per tutte le attività che si sono intraprese.

In realtà, l’essere umano non è fatto per agire in multitasking e spesso questa convinzione porta semplicemente alla spiacevole consapevolezza di non aver portato a termine con successo nessuna delle attività intraprese in contemporanea.

È molto più sensato, invece, concentrarsi su un’attività alla volta e passare alla successiva solo quando la prima è stata portata a termine. Agendo in questo modo ci si renderà subito conto che nello stesso lasso di tempo si riescono a concludere più attività, più efficacemente ma, soprattutto, con una qualità di gran lunga superiore.

Dare priorità alle attività della giornata

Un’altra importantissima variabile che può impattare positivamente sulla produttività quotidiana è il saper dare la giusta priorità alle attività che si dovranno intraprendere durante la giornata.

Spesso si comincia con i task più semplici per non affrontare subito quelli più complessi. In questo modo però, si lasciano per ultime le attività più importanti e complicate, che andranno poi affrontate con un’energia sicuramente inferiore.

Un’ottima abitudine è quella di pianificare la sera precedente tutte le attività da svolgere durante il giorno successivo, in modo che in cima alla lista compaiano le più urgenti e complesse, mentre le meno importanti o più semplici da svolgere vengano lasciate per ultime.

È importantissimo poi fare dei break durante il lavoro. Una strategia utile per ricaricare le pile tra una task e l’altra è quella di prendersi momenti di pausa per distrarsi con passatempi, giochi, scommesse sportive, o semplici passeggiate, riservando però a queste piccole fughe dalla to-do list momenti ben definiti, che non si prolunghino eccessivamente e che abbiano lo scopo di riaccendere la voglia di fare.

Non procrastinare

L’arte del non procrastinare è una delle più difficili da apprendere. Apparentemente il concetto può sembrare del tutto semplice, ma metterlo in pratica è senza dubbio più complesso. Tutti cercano di procrastinare le attività che non vogliono svolgere nell’immediato, con l’idea che queste possano essere svolte più avanti.

Il problema è che questo modo di fare porta a spostare sempre più in avanti nel tempo delle attività anche importanti e difficili da gestire, finendo spesso per farle male e all’ultimo momento. Nel peggiore dei casi, si finisce addirittura per non farle affatto, rimandandole all’infinito. Portare a termine ciò che si è pianificato nei tempi previsti, invece, regala un’enorme gratificazione personale e motiva a proseguire con l’attività successiva.

Con questi tre semplici consigli la produttività migliorerà incredibilmente e ci si sentirà senza dubbio più realizzati e felici del proprio operato. Essere più produttivi aumenta inoltre l’autostima e spinge a fare sempre meglio, ottimizzando i tempi e portando a termine tutto ciò che è necessario per la propria attività, il proprio lavoro o, più in generale, per la propria vita privata.



Potrebbero interessarti anche questi articoli