Home » Salute » Nanismo: cos’è e come si cura

Nanismo: cos’è e come si cura

Ti è mai capitato di incontrare una persona e pensare che fosse di statura ‘anormale’ ?

In quel caso, molto probabilmente, si tratta di nanismo.

Ma scopriamo insieme cos’è il nanismo e come si cura.

Cos’è il nanismo

Per nanismo si intende una statura diversa, in particolare più bassa, in confronto alla media degli individui della stessa età e dello stesso sesso. Il nanismo è quindi un difetto della statura, dove solitamente, al termine della pubertà non viene raggiunta l’altezza di 130 cm per l’uomo e 125 per la donna.

Chi è affetto dal nanismo ha un’altezza inferiore rispetto alla normalità.

Esistono delle tabelle di accrescimento che forniscono, per ogni età e sesso, un’altezza media normale e il valore di una deviazione standard.

Esiste inoltre, una particolare forma di nanismo, infantilo-nanismo quando dopo la pubertà, oltre che il mancato raggiungimento della normo-altezza, si verifica la permanenza dei tratti infantili.

Le cause

Le cause del nanismo possono dipendere da diversi fattori:

  • fattori di tipo genetico
  • fattori di tipo ormonale
  • fattori di tipo ambientale

Le forme di nanismo inoltre, si dividono in due categorie:

  • Nanismo prenatale: per questa forma le cause possono essere il ritardo di crescita intrauterino, le anomalie ossee costituzionali, la più frequente delle quali è l’acondroplasia e alcune anomalie cromosomiche che portano a diverse malformazioni.

    Queste patologie possono essere diagnosticate prima della nascita attraverso l’amniocentesi o con l’ecografia.

  • Nanismo dopo la nascita: questa forma di nanismo può dipendere  da alcune anomalie endocrine come l’ipertiroidismo e il deficit dell’ormone della crescita.

    Possono essere causa di nanismo anche alcune malattie metaboliche o viscerali, la malnutrizione e la carenza affettiva.

    Esiste inoltre una forma di nanismo (nanismo essenziale) per il quale non viene evidenziata alcuna causa.

Diagnosi

La diagnosi della sindrome di nanismo avviene attraverso lo studio di determinati parametri quali:

  • storia medica del bambino fin dalla gestazione
  • curva di crescita
  • eventuale esistenza di disformismi
  • radiografia del carpo per maturazione sessuale e ossea
  • La diagnosi di nanismo si basa innanzitutto su elementi clinici semplici: storia medica

Lo studio di tutti questi parametri in alcuni casi può essere integrato da alcuni esami biologici, permettendo di scoprire la causa del nanismo.

In molti casi, vengono sottoposti a visita medica bambini di bassa statura ma diagnosticando alcuna patologia. In quei casi, dove la patologia non viene diagnosticata, si tratta di bambini di bassa statura costituzionale ma comunque con una curva di accrescimento regolare, o un ritardo di crescita dovuto ad una pubertà tarditiva.

Ma una volta diagnosticata la patologia, è possibile curare il nanismo?

La cura

Le modalità di trattamento della patologia del nanismo dipendono dalle cause di origine della patologia. Nei bambini e negli adolescenti colpiti da nanismo ipofisario, la crescita staturale può essere promossa da apposite terapie ormonali, nello specifico da iniezioni quotidiane di somatotropina (ormone della crescita).

La tecnica chirurgica invece, può essere d’aiuto per allungare, correggere e stabilizzare le malformazioni ossee che accompagnano il nanismo acondroplasico.

Esistono inoltre, alcuni tipi di farmaci efficaci per il trattamento del nanismo.
E’ il medico a decidere, in base al paziente ed allo stato della patologia, la posologia ed il principio attivo indicati.



Potrebbero interessarti anche questi articoli