Home » Alimentazione » Dieta gruppo sanguigno 0: cibi, benefici e rischi

Dieta gruppo sanguigno 0: cibi, benefici e rischi

La dieta del gruppo sanguigno 0 è stata resa popolare dal dottor Peter D’Adamo, un medico naturopata e autore del libro  “La vera dieta dei gruppi sanguigni”.

Nel suo libro e sul suo sito web, afferma che seguire una dieta specifica e un regime di esercizio basato sul tuo gruppo sanguigno può ottimizzare la tua salute e ridurre le tue possibilità di sviluppare particolari condizioni di salute.

Sebbene non ci siano prove scientifiche dietro questa dieta, è comunque diventata abbastanza popolare.

Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la dieta promuove un’alimentazione sana e l’esercizio fisico che fornisce benefici per la salute delle persone, indipendentemente dal gruppo sanguigno.

D’Adamo afferma anche che i gruppi sanguigni rappresentano i tratti genetici dei nostri antenati e i suoi piani dietetici si basano su quali cibi prosperavano quegli antenati.

Ad esempio, afferma che il gruppo sanguigno 0 è il gruppo sanguigno più antico, associato agli antenati che erano cacciatori-raccoglitori. Dice che le persone con gruppo sanguigno 0 tendono ad avere forza, essere magre e avere una mente produttiva.

Questo non è scientificamente provato. Uno studio afferma addirittura che il gruppo sanguigno A è il più antico.

Inoltre, D’Adamo associa alcune condizioni di salute al sangue di tipo =, come problemi digestivi, insulino-resistenza e tiroide poco performante. Anche queste associazioni con il gruppo sanguigno non sono scientificamente provate.

 

I diversi gruppi sanguigni

La dieta del gruppo sanguigno di D’Adamo raccomanda di consumare determinati alimenti basati sui quattro gruppi sanguigni.

Il tuo gruppo sanguigno è determinato dalla tua genetica. Esistono quattro diversi tipi di sangue:

  • 0
  • A
  • B
  • AB

C’è anche un’altra categorizzazione per il sangue che la dieta del gruppo sanguigno non tiene conto. Il tuo sangue può avere o meno una proteina nota come Rh. Ciò si traduce in otto diversi tipi di sangue.

Il sangue di tipo 0 positivo è il tipo più comune, il che significa che hai sangue 0 con un fattore Rh. Si noti che la dieta del gruppo sanguigno di D’Adamo include solo una dieta di tipo 0, non una dieta di tipo 0 positiva.

 

Cosa mangiare per il gruppo sanguigno 0

Secondo D’Adamo, quelli con sangue di tipo 0 dovrebbero concentrarsi sul consumo di molte proteine, come si farebbe in una dieta paleo o povera di carboidrati.

 

Cibi per la dieta gruppo sanguigno 0

Ti consiglia di consumare:

  • carne (in particolare carne magra e frutti di mare per dimagrire)
  • pesce
  • verdure (notando che broccoli, spinaci e alghe fanno bene alla perdita di peso)
  • frutta
  • olio d’oliva

La dieta del gruppo sanguigno 0 dovrebbe anche essere abbinata a un vigoroso esercizio aerobico, afferma D’Adamo.

La sua dieta consiglia anche di assumere integratori. Questi integratori dovrebbero mirare alle condizioni di salute associate al sangue di tipo 0, come i problemi digestivi.

 

Quali cibi evitare con il gruppo sanguigno 0

La dieta paleo-orientata o a basso contenuto di carboidrati che D’Adamo consiglia a chi ha sangue di tipo 0 si concentra sull’evitare:

  1. Grano
  2. Mais
  3. legumi
  4. fagioli rossi
  5. latticini
  6. caffeina e alcol

 

Benefici della dieta del gruppo sanguigno 0

Non ci sono prove scientifiche che supportino la dieta del gruppo sanguigno. Molti studi hanno smentito la dieta mentre altri studi hanno trovato alcuni benefici della dieta non correlati al gruppo sanguigno.

Uno studio del 2014 afferma che la dieta potrebbe essere popolare perché enfatizza il consumo di cibi integrali, l’evitamento di cibi trasformati e l’esercizio fisico.

Questi principi sono associati a molte diete e sono raccomandazioni comunemente fornite da medici e nutrizionisti per migliorare o mantenere la salute.

Nel 2013, una revisione sistematica nell’American Journal of Clinical Nutrition ha esaminato 16 studi precedenti sulle diete dei gruppi sanguigni. La revisione ha concluso che non ci sono prove attuali che supportino le diete dei gruppi sanguigni.

Inoltre, le teorie alla base della dieta devono essere studiate avendo due diversi gruppi di partecipanti a uno studio, uno che partecipa alla dieta e uno che non lo fa, tutti con lo stesso gruppo sanguigno. Questo determinerà l’efficacia della dieta del gruppo sanguigno.

 

Condizioni di salute associate ai gruppi sanguigni

Nonostante la mancanza di prove che il gruppo sanguigno possa determinare una dieta sana per te, ci sono molti studi su come il tuo gruppo sanguigno può determinare particolari condizioni di salute.

Alcuni studi hanno collegato i gruppi sanguigni a determinati rischi per la salute:

Uno studio del 2012 ha collegato un minor rischio di malattia coronarica ad avere un gruppo sanguigno 0.

Un altro studio del 2012 ha mostrato che il gruppo sanguigno può essere collegato alla tua reazione a determinati batteri e condizioni come il cancro del pancreas, la trombosi venosa profonda e l’infarto.

C’è ancora molto da capire sul gruppo sanguigno e sulle condizioni di salute associate che potrebbero essere scoperte in futuri studi scientifici.

 

Rischi di una dieta del gruppo sanguigno 0

Nonostante la mancanza di prove scientifiche sulla dieta del gruppo sanguigno, rimane un argomento di discussione nella cultura della dieta.

Le quattro diete nella dieta del gruppo sanguigno enfatizzano il consumo di cibi integrali sani e l’esercizio fisico, che può essere benefico per la salute. Ma la dieta potrebbe essere ancora rischiosa.

Ad esempio, la dieta del gruppo sanguigno 0 enfatizza un elevato apporto di proteine ​​animali, che possono portare ad altri problemi di salute.

Il tuo gruppo sanguigno da solo non determina la tua salute generale e potresti metterti a rischio impegnandoti nella dieta del gruppo sanguigno senza il consiglio del tuo medico.

 

La dieta del gruppo sanguigno 0 funziona?

Non ci sono prove che la dieta del gruppo sanguigno funzioni.

Potresti pensare che il tuo gruppo sanguigno 0 dia al tuo corpo un certo profilo, ma questa teoria e la dieta che la supporta non sono convalidate da ricercatori e professionisti del settore medico.

Se hai bisogno di perdere peso o mantenere un peso sano, consulta un medico per determinare la migliore linea d’azione per te come individuo. Non fare affidamento su diete popolari ma non provate per guidare le tue abitudini alimentari e di esercizio.

 



Potrebbero interessarti anche questi articoli