Home » Alimentazione » Dieta SIRT: esempio, ricette, alimenti, risultati

Dieta SIRT: esempio, ricette, alimenti, risultati

La Dieta Sirt ha raggiunto la notorietà grazie al tutte le star che l’hanno provata con successo, è infatti un piano nutrizionale innovativo che permette di perdere peso senza troppe rinunce.

Si basa su 20 cibi in grado di attivare attivare alcuni geni chiamati sirtuine, legati all’attivazione del metabolismo e al dimagrimento.

Storia della Dieta Sirt

Questa dieta nasce dagli studi di due nutrizionisti inglesi, Aidan Goggins e Glen Matten , sulle sirtuine, un tipo di proteine scoperte di recente.

Queste sarebbero in grado di influenzare i meccanismi che bruciano i grassi e regolare l’umore e la longevità.

Quando l’organismo viene stimolato attraverso l’assunzione di cibi che contengono questo “super regolatore metabolico”, si attiva il cosiddetto “gene magro”.

In questo modo si riesce a bruciare energia riproducendo gli stessi effetti del digiuno e dell’attività fisica.

Sirt la Dieta del gene magro” è un libro che insegna come si può dimagrire seguendo questo programma semplice e adatto a tutti, con risultati testati clinicamente.

La dieta è, infatti, stata testata in Inghilterra su alcuni gruppi di volontari che, in 7 giorni, hanno perso quasi 3,5 kg.

I Sirt sono enzimi, proteine codificati da geni, con lo stretto nome, in grado deregolare i meccanismi fisiologici legati al dimagrimento, alla resistenza all’insulina e, di conseguenza, anche all’obesità e al diabete.

Come funziona questo piano alimentare

La Dieta Sirt si compone di due fasi, una di dimagrimento e una di mantenimento, entrambe ad alto introito di sirtuine.

La prima fase, quella di dimagrimento dura una settimana e prevede una drastica riduzione calorica.

Nei i primi tre giorni è concesso consumare solo 1000 calorie, da distribuire in 3 centrifugati di verdure verdi e un solo pasto solido al giorno.

Gli altri 4 giorni prevedono, invece, 1500 calorie da assumere attraverso 2 centrifugati e 2 pasti solidi.

Durante questa fase la Dieta Sirt assicura la perdita di circa 3 kg.

La fase di mantenimento dura, invece, due settimane, 14 giorni in cui si assumono fino a 2000 calorie.

Si possono mangiare 3 pasti solidi, 1 centrifugato da bere mezz’ora prima di colazione o a metà mattina e 1-2 snack Sirt, l’importante è consumare la cena entro le ore 19.

Dopo la dieta, si è incoraggiati a riadattare il proprio regime alimentare incorporando stabilmente cibi e succhi Sirt nei pasti, anche come spuntini o introducendoli nelle ricette più familiari.

Gli alimenti consigliati nella Dieta Sirt

I cibi Sirt sono importanti poiché aiutano l’organismo a bruciare più facilmente e velocemente le calorie assunte, vediamo quindi quali sono.

  • Cavolo, capperi, cipolla rossa cruda e rucola: sono tutti attivatori di sirtuina grazie alla presenza di kaempferol e soprattutto quercitina, un particolare flavonoide dal potere antivirale, antiossidante e cardioprotettivo
  • Sedano e radicchio: sono ingredienti base, ricchi di luteolina, un nutriente che si trova nel cuore e nelle foglie, capace di stimolare sirtuina. La luteolina è presente anche nel peperoncino, formidabile attivatore del metabolismo
  • Noci, con l’acido gallico in esse contenute sono un toccasana per la perdita di peso e la gestione di alcuni disturbi metabolici. Questo nutriente è presente anche nei datteri Medjool anch’essi consigliati
  • Curcuma, grazie alla curcumina offre numerosi benefici all’organismo, per la produzione di sirtuina, perché migliora i livelli di colesterolo, controlla lo zucchero nel sangue e riduce le infiammazioni
  • Vino rosso, il suo contenuto di resveratrolo e piceatannolo stimolano la produzione di sirtuina come pochi ingredienti, così come il caffè, grazie all’apporto di acido caffeico e acido clorogenico
  • Fragole, contengono molta fisetina, questa le rende importanti cibi Sirt ma che dovrebbero essere parte integrante di tutte le diete salutar
  • Prezzemolo: questa pianta, è una fonte di apigenina e miricetina, noti attivatori della produzione di sirtuina
  • Cacao: 15-20g di cioccolato fondente all’85% al giorno aiuta ad attivare la sirtuina grazie ad un nutriente speciale, l’epicatechina
  • Olio extravergine d’oliva: condimento indispensabile e molto apprezzato poiché ricco di polifenoli, oleuropeina e idrossitirosolo, nutrienti attivatori della sirtuina
  • Tè verde matcha
  • Grano saraceno: è una delle fonti più note di rutina, un attivatore della sirtuina

Sono consigliati inoltre tutti tutti gli alimenti ad alto contenuto proteico e basso indice di grassi. Vediamo qualche esempio di pasto completo.

Petto di pollo con cipolla rossa e cavolo riccio, tacchino con cous cous di cavolfiore o scaloppina di tacchino con capperi e prezzemolo.

Per i piatti di pesce è consigliato invece preferire filetto di salmone saltato in padella o merluzzo al forno, ma sono ottimi anche i legumi come fagioli e lenticchie, oppure insalate con cipolle rosse e noci.

Il Succo Sirt

L’alimento più importante di questo programma alimentare è sicuramente il Succo Sirt, un frullato verde da preparare al momento del consumo e capace di depurare e saziare l’organismo.

Gli ingredienti di base sono:

  • 80 g di cavolo riccio
  • 30 g di rucola
  • 150 g di sedano
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1/2 mela verde
  • 1/2 cucchiaino di tè matcha

Procedimento:

Prendere le verdure e centrifugarle. Dopo la mela e il sedano e frullali insieme. Spremerne il succo di un limone e aggiungere 1 cucchiaio di the matcha.

Questo ultimo ingrediente va aggiunto solamente nei primi due succhi della giornata perché contiene la caffeina.

A questo punto mescolare in modo energico così che il nostro matcha si sciolga bene. Aggiungere il resto del succo e mescolate bene tutto in modo che gli ingredienti siano bene amalgamati.

Il suddetto abbinamento di prodotti vegetali può rientrare nella quotidiana alimentazione, fornendo alcuni elementi essenziali che sono contenuti in queste verdure,  in grado di attivare le sirtuine.

Per questo Succo risulta di aiuto in un percorso di controllo del peso, fornendo un supporto di nutrienti sani che facilitano un benessere psico-fisico duraturo nel tempo. 

L’uso regolare di Succo Sirt aiuterà ad assumere specifici alimenti in grado di aiutare l’organismo in un processo di salute e di dimagrimento, cosa molto difficile con i ritmi frenetici e l’alimentazione dell’era moderna.

Ricette gustose

Petto di pollo al forno con pesto di noci e prezzemolo e insalata di cipolle rosse

Ingredienti:

  • 15 g di prezzemolo
  • 15 g di noci
  • 15 g di parmigiano
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva succo di 1/2 limone
  • 50ml di acqua
  • 150 g di petto di pollo senza pelle
  • 20 g di cipolle rosse, affettate finemente
  • 1 cucchiaino di aceto di vino rosso
  • 35 g di rucola
  • 100 g di pomodori ciliegia, tagliati a meta`
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico

Procedimento:

Per preparare il pesto mettere il prezzemolo, le noci, il parmigiano, l’olio di oliva, metà del succo di limone e un po’ d’acqua in un frullatore e frullare fino a ottenere una pasta vellutata.

Aggiungere altra acqua gradualmente fino ad avere la consistenza che preferite.

Far marinare il petto di pollo in 1 cucchiaio di pesto e nel succo di limone rimanente in frigorifero per 30 minuti, e anche più a lungo, se possibile.

Scaldare il forno a 200 oC.

Friggere il pollo nella sua marinatura per 1 minuto, poi concludere la cottura al forno per circa 8 minuti.

Far marinare le cipolle nell’aceto di vino rosso per 5-10 minuti e poi scolarle.

Quando il pollo è cotto, toglierlo dal forno, versarvi sopra un’altra cucchiaiata di pesto e lasciare che il calore del pollo lo sciolga. Coprire con un foglio di alluminio e lasciare riposare 5 minuti prima di servire.

Mescolare rucola, pomodori e cipolle e irrorarle di aceto balsamico. Servire con il pollo, versandovi sopra il pesto rimanente.

Palline dolci al cacao

Ingredienti:

  • 100 g di noci
  • 200 g di datteri Medjool
  • 30 g di cioccolato fondente 85%
  • 1 cucchiaino di cucrcuma
  • vanigia
  • cocco grattugiato

Procedimento:

Frullare insieme le noci e cil cioccolato fondente, fino ad ottenere una farina molto sottile.

Aggiungere tutti gli altri ingredienti e mischiare fino ad ottenere un composto omogeneo. Formare poi a mano le palline e rotolarle nel cocco rapendomi.

Conservarle in frigorifero per almeno un’ora prima di mangiarle.

Benefici e controindicazione della Dieta Sirt

Secondo gli autori è una dieta che attiva il metabolismo naturalmente e che aiuta a regolare l’appetito, impedendo anche il cattivo umore causato solitamente dalla fame e dai sacrifici delle diete rigide.

È più facile ed efficace di altri programmi alimentari ed è pensato da esperti in medicina nutrizionale per combinare efficacemente gli alimenti in modo da perdere quasi 3,5 Kg in 7 giorni.

Le sirtuine influenzano infatti la nostra capacità di bruciare grassi, l’umore e i meccanismi che regolano la longevità.

L’attivazione delle sirtuine, garantita clinicamente dalla dieta Sirt, produce gli stessi effetti benefici del digiuno, ma senza gli svantaggi di quest’ultimo.

Tutto ciò viene dichiarato dai suoi autori, ma non vi sono ancora abbastanza fatti a riprova che sia vero.

È quindi lecito sospettare che il veloce dimagrimento iniziale sia dovuto in buona parte a una perdita di acqua, muscoli e glicogeno, più che di grassi.

In questo caso, la restrizione calorica potrebbe provocare un rallentamento del metabolismo, a lungo termine favorevole all’accumulo di grasso, a spese della massa muscolare, rendendo effimera e poco salutare la perdita di peso.

La dieta Sirt, inoltre, nella prima fase espone a carenze nutrizionali e caloriche, senza offrire benefici evidenti rispetto a qualsiasi altro tipo di alimentazione.

Risulta anche difficile da seguire scrupolosamente, per la fame che realisticamente si proverà, con conseguenze negative in termini di stanchezza e umore.

Il consiglio è, infine, sempre lo stesso, ovvero rivolgersi ad un nutrizionista in grado di stilare un programma personalizzato e adatto ad una persona nello specifico.



Potrebbero interessarti anche questi articoli