Home » Alimentazione » Dieta per il gruppo sanguigno B: cibi, benefici e rischi

Dieta per il gruppo sanguigno B: cibi, benefici e rischi

Dieta per il gruppo sangugno B, in cosa consiste?

Le diete dei gruppi sanguigni hanno guadagnato popolarità in America e nel mondo grazie in gran parte al medico naturopata e fondatore dell’Institute for Human Individuality Peter J. D’Adamo, i libri più venduti di D’Adamo, tra cui “La vera dieta dei gruppi sanguigni” che promuove diete specifiche basate sul gruppo sanguigno per migliorare la salute. Secondo D’Adamo, le persone con un gruppo sanguigno B dovrebbero mangiare cibi diversi rispetto alle persone con altri tipi di sangue, come A o O. Questa teoria si basa sul presupposto che le proteine ​​nel cibo, chiamate lectine, reagiscono con il sangue e che alcune lectine sono più compatibili con alcuni gruppi sanguigni rispetto ad altri.

 

Cosa mangiare per il gruppo sanguigno B?

Secondo i sostenitori delle diete del gruppo sanguigno, mangiare cibo su misura per il tuo gruppo sanguigno ti aiuterà a immagazzinare meno grasso nel tuo corpo, combattere ed evitare le malattie e sentirti meglio e più sano in generale. D’Adamo afferma anche che le persone con diversi gruppi sanguigni digeriscono le lectine, o proteine ​​alimentari, in modi diversi.

Gli appassionati di dieta del gruppo sanguigno affermano anche che le persone dovrebbero mangiare gli stessi tipi di alimenti che mangiavano i loro antenati con gruppi sanguigni simili. Poiché, secondo D’Adamo, le persone con sangue di tipo B erano tradizionalmente nomadi, dovrebbero seguire una dieta più varia rispetto a quelle con altri gruppi sanguigni.

 

Cibi per la dieta gruppo sanguigno B

La dieta del gruppo sanguigno di D’Adamo non distingue tra gruppi sanguigni positivi o negativi. Che tu abbia sangue B positivo o B negativo, D’Adamo suggerisce una dieta che bilancia le selezioni animali e vegetali.

Quelli con sangue di tipo B dovrebbero mangiare “carni utili” come agnello, capra, coniglio, montone e cervo. I gruppi sanguigni B positivi e B negativi dovrebbero bilanciare la loro selezione di carne con verdure verdi, uova e latticini a basso contenuto di grassi.

 

Cibi da evitare

Per chi ha sangue di tipo B positivo o B negativo, D’Adamo consiglia di evitare grano, grano saraceno, mais, lenticchie, arachidi, semi di sesamo e pomodori. Afferma che questi alimenti compromettono il metabolismo del gruppo sanguigno B e possono causare ritenzione di liquidi, affaticamento e ipoglicemia.

D’Adamo osserva anche che il gruppo B dovrebbe evitare il pollo, perché contiene quella che lui chiama una “lectina agglutinante” che può attaccare il flusso sanguigno di una persona con sangue di tipo B e potenzialmente causare disturbi immunitari o ictus.

 

Rischi di una dieta del gruppo sanguigno B

Secondo il Langone Medical Center della New York University, la dieta del gruppo sanguigno non è supportata da prove scientifiche. Ulteriore preoccupazione risiede nel fatto che alcuni alimenti sono limitati per determinati gruppi sanguigni, rendendo difficile per il partecipante ottenere tutti i nutrienti necessari per la salute.

L’American Academy of Family Physicians critica allo stesso modo le diete dei gruppi sanguigni, elencandole come diete “di moda”.

Ti potrebbe anche interessare: Dieta dei gruppi sanguigni

 

Parla con il tuo medico di come mantenere un peso sano e migliorare la tua salute generale e la tua alimentazione, indipendentemente dal tuo gruppo sanguigno. Invece di diete alla moda, l’American Academy of Family Physicians suggerisce di seguire una dieta equilibrata e varia che includa molta frutta, verdura e cereali integrali. Non saltare i pasti, presta attenzione alle dimensioni delle porzioni e limita sodio, zucchero, colesterolo, grassi trans e grassi saturi. Infine, esercitati regolarmente per mantenerti in forma e in salute.



Potrebbero interessarti anche questi articoli