Home » Alimentazione » Frutta disidratata: i benefici nell’alimentazione

Frutta disidratata: i benefici nell’alimentazione

Quando si parla di frutta disidratata non è mai troppo chiaro se questi alimenti siano dei toccasana per il nostro corpo oppure una maledizione. Questo dipende molto da una serie di fattori e dai processi che vengono utilizzati nella disidratazione. Se ci pensi, però, la frutta disidratata è ancora frutta e viene fornita con quasi tutti i nutrienti e le calorie della versione che si è staccata dall’albero. In questo post blog andiamo a scoprire i benefici della frutta disidratata e cosa c’è dietro a questo elemento nutrizionale. 

Cos’è la frutta disidratata?

Sembra che ci venga sempre detto di mangiare più frutta e verdura fresca. Ovunque guardi ci sono prove del valore nutritivo racchiuso negli alimenti a base vegetale. Le cose buone non sono sempre salutari, anche se la frutta fresca può certamente rientrare in quella categoria.

A seconda di dove vivi e di quanto sia impegnato il tuo stile di vita, l’acquisto, il trasporto, la conservazione e la preparazione della frutta fresca a volte possono sembrare dispendiose in ottica tempo. Chiedi a chiunque abbia mai fatto un’escursione con una banana che rimbalza sul fondo dello zaino. Nonostante il suo valore nutritivo, la frutta fresca può sembrare più una scocciatura da portare in giro piuttosto che un must-have nutrizionale.

Per fortuna, la disidratazione (ossia il processo di togliere l’acqua dalla frutta)  può risolvere una serie di problemi. La frutta correttamente disidratata può essere conservata per periodi molto più lunghi e resiste a una gamma di temperature molto più ampia rispetto alla frutta fresca. 

Molti tipi di frutta possono essere essiccati in modo efficace, anche se alcuni se la cavano meglio di altri. Albicocche, mirtilli rossi, banane, mirtilli e uvetta sono tra i frutti più popolari che rispondono bene al processo di essiccazione.

 

Quali sono i benefici per la salute della frutta disidratata?

Ci sono molte ragioni per stupirsi dei benefici nutrizionali della frutta. Secca o fresca, assumere una quantità adeguata di frutta nella tua dieta può avere effetti positivi sul tuo benessere generale, aiutando a regolare la pressione sanguigna, tenere sotto controllo il colesterolo e fornirti antiossidanti e nutrienti essenziali come potassio e calcio.

La cosa più importante da ricordare è che il contenuto zuccherino della frutta disidratata rimane sostanzialmente invariato. Per questo motivo, è molto importante tenere sotto controllo le dimensioni delle porzioni. Mangiare troppa frutta disidratata può essere il punto in cui uno spuntino sano diventa malsano.

Anche con la possibilità di esagerare, ci sono ampie ragioni per considerare di inserire la frutta disidratata nella tua dieta. La gamma di vitamine e minerali disponibili nella frutta è ampia. Sebbene non tutti i tipi le abbiano tutte, molte varietà di frutta contengono quantità dei seguenti nutrienti essenziali:

  • vitamina A
  • vitamina K
  • polifenoli
  • magnesio
  • antiossidanti
  • calcio
  • potassio

La frutta disidratata senza zuccheri aggiunti è salutare?

La frutta che è stata sottoposta a un processo di essiccazione che non prevede l’aggiunta di zuccheri in genere ha quasi lo stesso valore nutritivo della frutta fresca della stessa varietà. Ci sono delle eccezioni, ovviamente. La vitamina C, ad esempio, in genere non sopravvive all’essiccazione bene e i frutti ad alto contenuto di questa vitamina non avranno lo stesso valore nutritivo una volta essiccati.

Nonostante alcune eccezioni, mangiare una quantità adeguata di frutta disidratata può generalmente avere benefici nutrizionali e rischi simili a quelli della frutta fresca. Se sei preoccupato per l’assunzione di zucchero, dovresti, tuttavia, evitare la frutta candita come mango, banane o mele a cui è stato aggiunto zucchero prima che vengano essiccate.

Quale frutta disidratata è la più sana?

Potrebbe non esserci una frutta disidratata che sia la più sana in assoluto, ma ci sono diverse varietà che racchiudono un significativo impatto nutrizionale. I datteri sono un serio candidato per il titolo di frutta disidratata più sana, con alti livelli di ferro, fibre, potassio, antiossidanti e altro ancora. I datteri hanno anche un basso indice glicemico, quindi in genere non contribuiscono a un picco di zucchero nel sangue.



Potrebbero interessarti anche questi articoli