Home » Alimentazione » Dieta delle uova: esempio, ricette, alimenti, risultati

Dieta delle uova: esempio, ricette, alimenti, risultati

Scopriamo meglio come funziona la Dieta delle uova, un regime nutrizionale insolito, ma che promette di far perdere peso molto velocemente.

Questo protocollo, se seguito nel modo corretto permetterebbe di perdere addirittura 10 kg in sole due settimane.

Essendo una dieta estremamente restrittiva è necessario chiedere il parere medico prima di decidere di intraprenderla, in modo da evitare danni alla salute.

Come funziona la Dieta delle uova

Questo piano dietetico si basa sul consumo, quasi esclusivo, di un unico alimento, le uova.

Questa dieta sfata quindi il mito per cui un un elevato consumo di uova farebbe male e porterebbe ad un aumento dei livelli di colesterolo e grassi.

L’uovo ha infatti molteplici vantaggi. Innanzitutto ha un elevato potere saziante e in secondo luogo ha numerose proprietà nutritive.

Il segreto di questa dieta è appunto il potere saziante di questo alimento, che permette di evitare di arrivare al pasto successivo troppo affamati e mangiare quindi altri alimenti.

Al contrario di molte altre diete che limitano l’assunzione delle uova a massimo 2 o 3 volte a settimana, nella Dieta delle uova se ne mangiano 4 o 6 al giorno.

Le uova, infatti aiuterebbero ad  affrontare le giornate con la giusta carica ed energia.

Questa dieta, ovviamente, non è per nulla equilibrata, è ricca di proteine e povera di carboidrati, grassi e anche, più in generale, di calorie.

L’apporto calorico si aggira attorno alle 800 al dì.

I medici, non considerandola una dieta bilanciata, sconsigliano vivamente di seguirla per più di 14 giorni.

Regole principali

Ci sono alcune regole essenziali da rispettare per chi vuole seguire questo protocollo dietetico:

  • è vietato sostituire gli alimenti in autonomia, senza il consenso del medico
  • meglio non seguirla per più di 7 giorni, 14 proprio arrivando al limite
  • non aggiungere alcun alimento non previsto
  • eliminare totalmente gli alcolici
  • evitare spuntini tra i pasti principali, che sono gli unici concessi
  • caffè e tè vanno bevuti esclusivamente senza zucchero
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Esistono più versioni della Dieta della delle uova, di cui una meno estrema perché consente anche il consumo di proteine alternative, come ad esempio carni magre e pesce.

Questa versione più soft prevede anche l’assunzione di frutta e verdura, a basso contenuto, ovviamente, di zuccheri.

Esempio di menù tipo

Una giornata tipo, per chi segue la Dieta delle uova, è così composta:

Colazione: 2 uova sode, 1 arancia, un caffè o tè non zuccherato

Pranzo: 2 uova con insalata mista, condita solo con aceto di mele, 1 frutto non zuccherino

Cena: 2 uova sode, pomodori all’inalata sempre senza olio.

Nella versione soft, si può invece optare per delle alternative:

Colazione: 2 uova sode, un’arancia e un caffè o tè non zuccherato

Pranzo: Una bistecca alla griglia con insalata

Cena: 2 uova sode, 1 arancia (variante alternativa: carne ai ferri o alla griglia, insalata)

Benefici dell’uovo

L’uovo è un alimento, come abbiamo già detto, in grado di apportare diversi benefici:

  • accelera il metabolismo, poiché è ricco di amminoacidi importanti per il dispendio energetico
  • è ricco di vitamine, soprattutto di vitamina D
  • le proteine dell’uovo aiutano a perdere peso
  • l’uovo  una fonte importante di energia, soprattutto per chi fa sport
  • ha pochissime calorie
  • non contiene zucchero

Ricette semplici per la Dieta dell’uovo

Uova sode

Ingredienti:

  • uova

Procedimento:

Per preparare le uova sode, iniziare ponendo le uova in un pentolino capiente, assicurandovi che le uova siano integre; versare l’acqua fredda.

L’acqua dovrà coprire le uova. Quindi porre il pentolino sul fuoco e far arrivare a bollore.

Dal bollore calcolare 9 minuti di cottura. Passato il tempo necessario, togliere il pentolino dal fuoco e passarlo sotto l’acqua fresca corrente, in modo da freddare bene le uova.

Questo permetterà si sgusciarle senza scottarsi. Eliminare infine tutte le tracce di guscio.

Uovo in camicia

Ingredienti:

  • 2 uova fresche
  • 1 cucchiaio di aceto
  • sale fino q.b.
  • pepe q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • acqua q.b.

Procedimento:

In un pentolino, portare ad ebollizione l’acqua necessaria per contenere l’uovo.  Quando l’acqua bolle, aggiungere un pizzico di sale e un cucchiaio di aceto.

A questo punto abbassare la fiamma, mantenendo una debole ebollizione. Con una forchetta o un cucchiaio, creare un vortice nell’acqua. 

Aggiungere al centro del vortice l’uovo sgusciato. In questo modo il composto rimarrà intatto. Ripetere i passaggi per ogni uovo in camicia da cucinare.

Guarnire in un piatto con pepe nero macinato e prezzemolo.

Risultati e limiti della Dieta delle uova

Come abbiamo già detto, la Dieta delle uova non è un piano dietetico sano ed equilibrato, anche ovviamente, essendo molto restrittivo è efficace nel far perdere molto peso in poco tempo.

Ovviamente, come ogni regime alimentare di questo genere, ha il contro di far perdere non solo massa grassa, ma anche massa magra, quindi muscolo, e liquidi.

Sottopone, inoltre, il corpo umano ad uno sforzo non da poco: assumere un unico alimento per un lungo periodo, infatti, potrebbe provocare reazioni e problematiche serie.

Il medico potrà optare per la Dieta delle uova solo dopo aver svolto tutte le analisi del caso sulla persona che sta per intraprenderla.

Non è un regime alimentare bilanciato, ed il motivo principale sta nel fatto che è una dieta ipocalorica, che non prevede la minima assunzione di carboidrati o grassi.

Per questo, prima di cominciarla è bene rivolgersi ad un dietologo o nutrizionista, che si occuperà di monitorare la situazione, per evitare problemi dovuti a carenze alimentari.

La Dieta delle uova non è adatta a tutti ed è da evitare se:

  • si soffre di problemi al fegato o alla cistifellea, perché l’alto contenuto di lipidi potrebbe creare creare dei calcoli;
  • si è  dibaetici, in quanto aumenta il rischio di infarti e ictus, soprattutto quando il numero delle uova supera le 9 a settimana;
  • si ha un’iperlipidemia grave.

Oltre alla poca variabilità degli alimenti, infatti, ci si potrebbe stancare di assimilare sempre lo stesso sapore e, a lungo andare, decidere di abbandonare la dieta.

Proprio per tale motivo, infatti, questo tipo di dieta è consigliata solo per un periodo di tempo limitato, atto a far perdere determinati kg efficacemente.

Si consiglia, inoltre, di optare la versione più soft, meno monotona e, anche se di poco, più ricca a livello nutrizionale.



Potrebbero interessarti anche questi articoli