Home » Alimentazione » Dieta Calabrese: esempio, ricette, alimenti, risultati

Dieta Calabrese: esempio, ricette, alimenti, risultati

In questo articolo vedremo come funziona la Dieta intelligente del Dott. Calabrese, volto noto della tv italiana, che permetterebbe di perdere fino a 4 kg in 4 settimane.

Dieta intelligente Calabrese

Il Dottor Giorgio Calabrese è un medico noto nell’ambiente mediatico italiano, è un dietologo molto conosciuto e docente di Dietetica e Nutrizione Umana presso l’Università di Napoli e quella di Torino.

Egli è uno dei principali esperti di educazione alimentare, ha infatti scritto diversi libri su queso tema, anche se ancora manca quello sulla Dieta intelligente.

La dieta in questione è uscita per la prima volta nel settimanale DiPiù ed è diventata famosa grazie al passaparola e alla sua condivisione sui social.

Deve inoltre il suo successo alla sua efficacia e al fatto di essere veloce, senza essere dannosa.

Questo regime alimentare prevede l’assunzione di:

  • carboidrati: pane, pasta, riso, cereali e patate
  • proteine: pesce, carne, formaggi, uova e latte
  • frutta: sia fresca che secca
  • verdura di stagione

Si può affermare che la Dieta intelligente del Dott. Calabrese sia molto simile alla Dieta mediterranea e prevede molta attenzione al consumo di zuccheri, olio, grassi ed alcol.

Come funziona e quali alimenti scegliere

La Dieta intelligente Calabrese è di tipo onnivora, vengono compresi tutti gli alimenti, nessuno escluso, questo perché, secondo il medico, la salute dell’organismo umano dipende dalla varietà.

Innanzitutto Calabrese consiglia l’introduzione, nella dieta, di cereali integrali e predilige le proteine vegetali a quelle animali.

Riduce inoltre il consumo di insaccati e formaggi grassi e consiglia di scegliere carni bianche, più magre, rispetto a quelle rosse.

Giorgio Calabrese suggerisce anche di sostituire i carboidrati semplici a quelli complessi, di diminuire l’apporto calorico, aumentare l’apporto di fibre ed eliminare zuccheri semplici, strutto e superalcolici.

Come abbiamo visto, essa dovrebbe permettere di perdere fino a 4 kg in 4 settimane e, per questo, lo schema alimentare è suddiviso per settimane: prima, seconda, terza e quarta settimana.

È consigliato non seguirla per più di 4 settimane di seguito, è bene prendersi una pausa di almeno una settimana, dopo le prime 4.

In questo modo la Dieta intelligente del Dott. Calabrese aiuta a stimolare la tiroide e le funzionalità pancreatiche, così da favorire un maggior dispendio energetico.

Essa è una dieta bilanciata, con un apporto di circa 1300 calorie, poi personalizzata in base alle necessità.

Esempio di menù tipo della Dieta intelligente Calabrese

Le regole della Dieta intelligente per dimagrire del dottore Calabrese, tutto sommato, sono poche e neanche troppo restrittive.

Ma vediamo cosa si mangia in un esempio, nonostante le settimane siano diverse tra loro, lo schema della Dieta intelligente del Dott. Calabrese è sempre molto simile.

Schema generale:

Colazione: caffè/tè, 3 fette biscottate, 1 cucchiaino di marmellata/ 10 g di nutella

Spuntino: 30 g biscotti/fette biscottate integrali o 1 frutto

Pranzo: carne o pesce, verdura condita con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Cena: 60 g di pasta integrale/riso, verdure, 1 frutto.

Un giorno tipico potrebbe quindi essere così organizzato:

Colazione: caffè o tè + 200 ml di latte scremato + 20 g pane tostato + 10 g marmellata o nutella + 1 spremuta

Spuntino: 1 yogurt da 125 g

Pranzo: 120 g di petto di pollo + 200 g di pomodori + 10 g di olio extravergine di oliva + 1 mela

Merenda: 1 tazza di tè + 20 g di biscotti secchi

Cena: 50 g di riso + 200 g di verdure + 20 g di pane integrale + 1 arancia.

I pranzi e le cene possono essere invertiti tra loro, ma non si possono invertire quelli tra giorni diversi.

Le quantità di ogni alimento si intendono, ovviamente, pesati a crudo, ad eccezione di quelli dove c’è scritto lessi, come ad esempio per quanto riguarda i legumi.

Importante è ricordarsi che l’olio è comprensivo di tutto il pasto, condimenti, sughi etc.

Ci sono anche altri consigli da seguire. Primo tra tutti bere molta acqua, almeno due litri al giorno, specialmente prima dei pasti.

Per condire usare aceto o succo di limone e le spezie.

Spigola al forno

Ingredienti:

  • 400 g di spigola
  • 4 patate
  • erbe aromatiche
  • aglio
  • limone
  • sale e pepe

Procedimento:

Preparare le patate, lavarle, pelarle e tagliarle a fette o a spicchi.

Sistemarle in una pirofila unta con olio, aggiungere il sale e il pepe e cuocere in forno per 10 minuti circa a 200°.

Sciacquare le spigole già pulite sotto acqua corrente e asciugarle tamponando con carta da cucina. Tritare le erbe aromatiche e tagliare l’aglio in due.

Farcire la pancia della spigola con l’aglio e il trito di erbe e aggiungere un po’ di sale. Sistemare le spigole sulle patate, spolverarle con il trito di erbe e adagiare sul dorso le fettine di limone.

Far cuocere sempre a 200° per circa mezz’ora: il pesce sarà cotto quanto la pelle si staccherà facilmente. Una volta pronta lasciare intiepidire la spigola al forno e servire.

Spaghetti con zucchine

Ingredienti:

  • 200 g di spaghetti
  • 250 g di zucchine
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva
  • basilico, prezzemolo e origano

Procedimento:

In una padella antiaderente scaldare dell’acqua e buttarci dentro le zucchine tagliate a rondelle. Dopo un quarto d’ora unire due cucchiai di foglie di prezzemolo e alcune foglioline di basilico spezzettate, un pizzico di origano, sale e pepe.

Lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata a bollore, scolarli al dente, unirli alle zucchine, spadellarli per 2 minuti, trasferirli sul piatto da portata, insaporire con l’olio.

Decorare infine con ciuffi di prezzemolo e gli spaghetti alle zucchine sono pronti pet essere serviti.

Risultati e benefici della Dieta intelligente Calabrese

Il dimagramento si verifica in maniera progressiva e soprattutto in base alle reali necessità caloriche di ciascun individuo, pertanto non si tratta di una dieta lampo, che consente di perdere un elevato numero di chili in breve tempo.

Ma si tratta di uno stile di vita che può consentire di ritornare al proprio peso forma senza troppi sacrifici e soprattutto in maniera definitiva.

Questa dieta permette di dimagrire senza perdere massa magra, ovvero muscolo, grazie al bilanciato apporto di carboidrati e proteine.

Riesce, per di più, ad evitare i picchi glicemici che causano fame nervosa .

Questo regime alimentare, essendo equilibrato, è perfetto anche per chi soffre di malattie gravi, come ad esempio:

  • obesità
  • eccessivo colesterolo cattivo,
  • problemi di pressione alta
  • problemi cardiovascolari
  • osteoporosi
  • malattie degenerative gravi.

Il consiglio ovviamente è quello di rivolgersi ad uno specialista, in modo da far personalizzare il protocollo in base alle necessità individuali.

Questo è fondamentale, soprattutto se si soffre di alcune patologie o si è in stato interessante.



Potrebbero interessarti anche questi articoli