Home » Alimentazione » Dieta Tisanoreica: esempio, ricette, alimenti, risultati

Dieta Tisanoreica: esempio, ricette, alimenti, risultati

La Dieta Tisanoreica è un protocollo nutrizionale per perdere peso, basato sulla chetosi e sviluppato dall’imprenditore Gianluca Mech.

Questo programma dietetico ha ottenuto molto successo, poiché promette di perdere fino a 6-12 kg in soli 20-40 giorni.

Storia della Dieta Tisanoreica

Questa dieta è stata ideata da Gianluca Mech, un imprenditore e divulgatore scientifico.

La sua azienda è la Gianluca Mech S.p.A., evoluzione dell’impresa di famiglia fondata nel 1911, e ha sede in provincia di Vicenza.

Da quando è stata fondata, l’azienda Mech produce e distribuisce prodotti ottenuti attraverso i processi di “Decottopia” e questi sono presenti anche nella Dieta Tisanoreica.

Il suo protocollo, tra l’altro è stato studiato in collaborazione con il Mech Lab dell’Università di Padova.

Come funziona la Tisanoreica

Il programma alimentare non è uguale per tutti, viene infatti personalizzato attraverso l’assistenza di professionisti, come farmacie, parafarmacie, erboristerie e centri estetici abilitati.

Anche la durata della dieta varia, la versione base, più breve dura, infatti, 20 giorni, la versione d’urto, invece, può durare fino ad un massimo di 42 giorni.

La scelta e la durata del programma dipendono dalle esigenze del cliente e da quanti chili deve perdere.

Il percorso prevede 4 fasi.

Fase di depurazione

Il primo passo consiste nel depurare il corpo attraverso i prodotti Decottopia.

La “terapia delle 10 erbe” che accompagna tutte le fasi della dieta e molti dei pasti principali previsti da questo regime, per massimizzarne gli effetti.

Lo scopo è quello di ottenere una depurazione epatica e linfatica, in modo da migliorare e facilitare il processo di chetosi durante la fase intensiva.

La Decottopia è un’antica tecnica di estrazione del principio attivo delle piante, che prevede l’uso esclusivo di acqua senza impiegare alcool, né conservanti, né glutine, né zuccheri.

I processo si divide in infusione, macerazione e decozione, dopodiché i principi attivi vengono concentrati in forma liquida.

Per realizzare queste bevande vengono utilizzate piante depurative, come alghe e carciofo; ormonali; diuretici, come il tarassaco e la betulla e funzionali, per contrastare gli effetti collaterali della dieta chetogenica.

La dieta Tisanoreica viene definita Fito-chetogenica e si differenzia dalle classiche diete chetogeniche, proprio grazie all’integrazione di queste piante che mitigano gli effetti della chetosi.

Fase intensiva

La seconda fase, quella Intensiva, prevede l’eliminazione totale di zuccheri sia semplici che complessi e dell’alcool.

Durante questa fase si devono assumere, ogni giorno, 4 pietanze alimentari Tisanoreica, chiamati P.A.T..

A questi vanno abbinati una porzione di verdura, un secondo piatto proteico e la Decottopia.

I P.A.T. sono dei gustosi pasti pronti che contengono l’attivatore, ovvero una miscela di 8 piante, che aiuta a digerire, ad assimilare i cibi e a rimuovere l’eventuale voglia di carboidrati.

Solitamente vengono venduti sotto forma di barrette e bustine che ricordano il sapore di alimenti comuni.

Fase di stabilizzazione

Durante la terza fase, quella di stabilizzazione, si procede con il reinserimento graduale di carboidrati a basso indice glicemico, come pasta, riso e cereali non raffinati.

La durata deve essere la stessa della fase intensiva e l’assunzione dei P.A.T. viene limitata a due volte al giorno, continuando però con i prodotti di Decottopia.

Fase style

Quest’’ultima fase di dieta ha lo scopo di mantenere il peso raggiunto e migliorare anche le abitudini alimentari, infatti prevede un controllo sia della quantità che della qualità delle calorie da assumere.

Per facilitare tutto ciò sono stati studiati dei Menù Tisanoreica Style che possono essere integrati anche con i Decottopirici e i P.A.T..

Esempio di menù della Dieta Tisanoreica

Vediamo un esempio di giornata tipo durante la fase di dimagrimento della Tisanoreica.

Colazione: caffè o tè non zuccherati + integratore o decotto Tisanoreica;

Pranzo: verdure tra quelle consentite + pietanza Tisanoreica;

Merenda: caffè o tè non zuccherati + integratore o decotto Tisanoreica;

Cena: verdure tra quelle consentite + pietanza Tisanoreica + carne bianca o pesce o uova;

Il menù della fase di stabilizzazione è praticamente identico, ma, al posto della pietanza Tisanoreica per il pranzo, prevede una porzione di proteine come per la cena.

La chetosi nella Dieta Tisanoreica

La chetosi è lo stato in cui si trova il corpo, soprattutto durante la fase intensiva, a causa dell’eliminazione dei carboidrati e quindi degli zuccheri.

In questo stato metabolico il corpo non avendo a disposizione zuccheri da trasformare in energia, va ad intaccare le riserve di grasso.

Solitamente, infatti, l’apporto di carboidrati giornaliero dovrebbe aggirarsi attorno al 40-60% della dieta; mentre una dieta chetogenica prevede un introito di carboidrati del 5-10%.

Secondo l’ideatore, la Tisanoreica è una dieta ipoglucidica, normoproteica e ipocalorica che permetterebbe di nutrire il corpo in modo completo anche in fase di dimagrimento, avvalendosi del supporto delle piante officinali.

Il corpo quindi inizierà a rompere e decomporre le riserve di grasso ,per usare il glucosio dei trigliceridi, i chetoni sono il risultato di questo processo.

Essi sono acidi che vengono liberati nel sangue, per poi essere espulsi attraverso le urine. È fondamentale però limitare il loro livello nel sangue per evitare il negativo processo di chetoacidosi.

Ricette gustose per la Dieta Tisanoreica

Omelette tisanoreica ai funghi

Ingredienti:

  • una busta di omelette alle erbe tisanoreica
  • 500 g di funghi champignon freschi
  • 1 bianco d’uovo
  • sale e pepe
  • menta

Procedimento:

Sciogliere il contenuto della busta di omelette in 180 ml di acqua, aggiungervi il bianco d’uovo e montare con la frusta elettrica.salare, pepare e aggiungere la menta.

Unire poi i funghi tagliati a pezzetti, lavati, asciugati e fatti cuocere in un padellino antiaderente unto appena.

Fate cuocere ora la frittata.

Tiramisù

Ingredienti:

  • 2 frollìni alla vaniglia Tisanoreica
  • 1 tazzina piena di caffè espresso
  • 1 Uovo
  • 20 g di Eritritolo
  • 65 g di panna fresca
  • 65 g di mascarpone
  • Scaglie di Cioccolato fondente
  • Cacao amaro

Procedimento:

Montare al mixer l’eritritolo, il mascarpone, la panna e l’uovo.

Sbriciolare nel piatto i frollìni alla vaniglia Tisanoreicae e bagnarli col caffè. Aggiungere poi la crema al mascarpone, spolverare col cacao amaro e decorare con le scaglie di cioccolato.

Benefici e controindicazioni

Il beneficio della Dieta Tisanoreica, secondo il suo ideatore, consiste nel fatto che, oltre ad un veloce dimagrimento, grazie al suo apporto ipoglicidico e ipocalorico, permette anche una disintossicazione e depurazione dell’organismo.

Questo protocollo, pur essendo in minima parte personalizzato, non è adatto a tutti.

È infatti sconsigliato a donne in gravidanza, bambini in età di sviluppo e a persone con problemi cardiaci.

Il nostro consiglio è sempre quello di dimagrare più lentamente, attraverso una dieta equilibrata fornita da uno specialista.



Potrebbero interessarti anche questi articoli