Home » Alimentazione » Frutta disidratata nella dieta: ecco cosa c’è da sapere

Frutta disidratata nella dieta: ecco cosa c’è da sapere

La frutta disidratata è sempre più presente nelle diete da quelle per perdere peso a quelle sportive. I motivi sono diversi. Sicuramente è meglio gestibile nelle quantità rispetto ad un frutto fresco

La frutta disidratata in una dieta: può farti male?

Una cosa troppo buona può essere negativa. Così anche la frutta disidratata. Se hai mai commesso l’errore di sgranocchiare distrattamente un intero sacchetto di albicocche secche, sai bene che il loro potente effetto lassativo nell’aiutare a combattere la stitichezza perde poco del suo effetto nel processo di essiccazione. Questo è un buon indicatore di come la frutta disidratata può essere cattiva se assunta in eccesso. Con la frutta disidratata, tenere traccia di quanto hai mangiato può essere più difficile, poiché può essere più facile mangiarne di più rispetto a quella fresca.

Andare troppo di corpo mangiando troppe prugne o albicocche secche non è l’unico effetto collaterale.  Le calorie in alcuni frutti provengono quasi esclusivamente dallo zucchero e mangiare un mucchio di frutta disidratata può significare inserire nel proprio corpo una grande quantità di zucchero e calorie che mai immagineresti. Sapere, poi, come lo zucchero influisce sull’aumento di peso può aiutarti a capire perché questo potrebbe essere un problema.

Anche il tipo di zucchero che si trova nella frutta è importante da monitorare. Il sorbitolo, un alcol zuccherino che si trova nelle prugne secche ha un effetto osmotico quando è digerito. L’acqua, quindi, viene aspirata dal tuo corpo e finisce nell’intestino per favorire la digestione. Questo è ciò che provoca l’ammorbidimento delle feci quando mangi le prugne. Non ci vuole molta immaginazione per vedere come spingersi troppo oltre possa avere conseguenze “drammatiche”.

Leggi qui se vuoi sapere di più sui benefici delle frutta disidrata

 

Attenzione ai pesi!

Molti frutti disidratati contengono fruttosio, ed è qui che può iniziare il potenziale svantaggio di mangiare troppa frutta. Il fruttosio è uno zucchero naturale e ha un basso indice glicemico, il che significa che non contribuisce in modo significativo a un picco elevato di zucchero nel sangue dopo averlo mangiato. Ma consumare troppo fruttosio può contribuire ad aumentare il rischio di aumento di peso. L’eccesso di peso corporeo, a sua volta, può essere un fattore di rischio per il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache.

Il motivo per cui si ritiene che la frutta disidratata abbia un potenziale maggiore di causare effetti negativi legati al consumo di zucchero può essere attribuito alla quantità di frutta disidratata che puoi mangiare in una volta. Una piccola porzione di 100 grammi di uvetta apparentemente innocua può avere fino a 84 calorie, quasi tutte provenienti dagli zuccheri.

 

Frutta disidratata: occhio a come viene essiccata!

Un altro potenziale svantaggio della frutta disidratata può derivare dall’aggiunta di solfiti nel processo di essiccazione. Alcuni frutti non sono visivamente attraenti quando essiccati, quindi per mantenere intatti i colori brillanti che le persone associano ai cibi gustosi, è possibile aggiungere conservanti come i solfiti. Alcune persone hanno una sensibilità significativa all’ingestione di solfiti, inclusi attacchi di asma, crampi allo stomaco ed eruzioni cutanee. Se sei in questa categoria, scegli semplicemente la tua frutta disidratata con saggezza. Anche se potrebbero non sembrare attraenti, i frutti secchi di colore opaco spesso non contengono solfiti e possono comunque essere sicuri da mangiare.

 

Controlla la perdita di peso

Una delle cose più importanti da ricordare nella perdita di peso è che piccoli cambiamenti possono fare grandi differenze nel tempo. Se stai contando le calorie e monitorando i carboidrati, prestare attenzione e controllare le porzioni quando si tratta di frutta disidratata può essere molto importante nella dieta. 

Questo perché la frutta disidratata ha un effetto, come sai lassativo, e questo comporta la perdita di liquidi. Nonostante si possa pensare che perdere peso sia l’obiettivo ultimo, perderlo in modo corretto è quello che sicuramente ci farà stare bene nel tempo e con noi stessi. Perdere eccessivamente solo liquidi, può avere un effetto negativo sia sul nostro corpo e sia sul nostro umore. 



Potrebbero interessarti anche questi articoli