Home » Salute » Capelli arruffati: ecco 5 modi per prevenirli

Capelli arruffati: ecco 5 modi per prevenirli

Capelli arruffati come prevenirli per non diventare matti a districarli?

Potresti svegliarti con qualche nodo di capelli ogni tanto, ma i capelli arruffati sono un gioco completamente diverso.

Saprai di avere ciocche arruffate quando i tuoi capelli sono gravemente aggrovigliati e hai difficoltà a liberarti dei nodi.

Per fortuna, non c’è bisogno di farsi prendere dal panico. Anche se il tuo primo istinto potrebbe essere quello di cercare un aiuto professionale, puoi trattare i capelli arruffati comodamente da casa tua.

Ecco tutti i passaggi che devi compiere, insieme ad alcuni modi pratici per prevenire futuri disastri. 

 

Capelli arruffati: le cause

Pensa ai capelli arruffati come l’aggiornamento (indesiderato) ai nodi e ai grovigli di tutti i giorni.

Gli intrecci si verificano quando i peli sciolti si attorcigliano ripetutamente attorno ai fili attaccati e il groviglio risultante non viene rimosso rapidamente.

Possono sembrare grumi e possono essere difficili, se non impossibili, da rimuovere con una spazzola o un pettine da soli.

Se non ti pettini regolarmente per rimuovere le ciocche sparse, potresti ritrovarti con un aspetto arruffato.

l’intreccio può anche essere colpa di metodi di districazione sbagliati, lunghi periodi senza una rifinitura o addirittura di non proteggere i capelli durante la notte.

Alcune persone, come quelle con capelli più secchi o strutturati come ricci e ciocche, sono più inclini a capelli arruffati.

Potresti anche essere più a rischio di gravi intoppi se i tuoi capelli sono piuttosto lunghi o se sono fragili a causa dei trattamenti chimici.

 

Come trattare i capelli arruffati

Prima di afferrare le forbici, sappi che c’è un altro modo per sbarazzarti dei tappetini. Con un po’ di pazienza e gli strumenti giusti, puoi districare i capelli arruffati.

Una rapida ricerca online farà emergere tutti i tipi di modi dannosi per risolvere i problemi di districante. Ma invece di bagnare i capelli con ammorbidenti o WD-40, è meglio attenersi al seguente metodo senza danni.

 

Passaggio 1: saturare

È importante iniziare il processo di districante quando i capelli sono asciutti per evitare danni inutili.

Prima di provare a passare un pettine o le dita tra i capelli, è necessario saturarli con un balsamo districante o idratante.

Assicurati di applicare una quantità sufficiente di prodotto sulle aree opacizzate per facilitare il movimento dei singoli capelli l’uno sull’altro.

 

Passaggio 2: allentare

Prendi un pettine a denti larghi per iniziare a sciogliere le ciocche di capelli. Inizia dalle estremità e prosegui fino alle radici, districando delicatamente i nodi mentre procedi.

È normale notare che molti capelli cadono: in primo luogo sono i capelli caduti che hanno contribuito all’intreccio.

Se lo trovi doloroso, tieni i capelli vicino alla radice per evitare una sensazione di trazione stretta.

Ricordati di prenderti il ​​tuo tempo. Hai finito quando puoi facilmente muovere le dita tra i capelli.

 

Passaggio 3: risciacquare

L’ultimo passaggio consiste nel risciacquare i capelli con acqua fredda, non calda.

Ciò manterrà i tuoi fili lisci e separati e laverà via il prodotto rimanente.

 

Come prevenire i capelli arruffati

È relativamente facile evitare i capelli arruffati. Dai un’occhiata al tuo attuale regime di cura dei capelli e apporta le seguenti modifiche, se necessario.

 

Pettina i capelli regolarmente

Puoi spazzolare o pettinare i capelli ogni giorno, ma almeno dovresti pettinarli dopo aver lavato i capelli.

Assicurati di utilizzare uno strumento progettato per districare i capelli, come un pettine a denti larghi o una spazzola bagnata.

Può essere meno doloroso iniziare con le dita prima di passare a uno strumento. Ancora una volta, inizia dal basso, salendo delicatamente.

 

Usa prodotti districanti

Quando ti lavi i capelli, usa un districante, un balsamo o entrambi.

I prodotti districanti levigano la superficie dei singoli peli, riducendo la possibilità di attrito e, quindi, la possibilità di opacizzazione.

 

Proteggi i capelli di notte

Che si tratti di una sciarpa di seta, una federa di seta o il metodo dell’ananas (mettendo i capelli in una coda di cavallo alta e sciolta), proteggerli di notte è un modo semplice per prevenire gli intrecci.

Assicurerà che i tuoi capelli mantengano molta umidità e impediranno alle ciocche di attorcigliarsi insieme.

 

Stai alla larga dai trattamenti di essiccazione

La candeggina e altri trattamenti chimici tendono a danneggiare e seccare i capelli. Se curato bene, questo potrebbe non rappresentare un problema.

Ma più elaborati sono i tuoi capelli, più è probabile che sia debole il fusto del capello, causando nodi e rotture.

 

Prenditi cura delle estensioni dei capelli

I capelli delle estensioni dei capelli possono anche finire intrecciati con i tuoi capelli veri. Per evitare questo particolare problema di intreccio, dovrai mantenere le tue estensioni in ottime condizioni.

Non andare a dormire con loro bagnati o umidi e fissali in una treccia durante la notte. Assicurati che anche loro siano ben mantenuti.

Sebbene alcune estensioni possano durare da 6 mesi a un anno, dovrai visitare un professionista ogni 6-8 settimane per la manutenzione.

 



Potrebbero interessarti anche questi articoli