Home » Alimentazione » Dieta Naturhouse: esempio, ricette, alimenti, risultati

Dieta Naturhouse: esempio, ricette, alimenti, risultati

Scopriamo la Dieta Naturhouse, ovvero un’associazione tra dieta iperproteica e ipocalorica a integratori e sostituti pasto, ideati dallo stesso marchio.

Naturhouse è un’azienda che si occupa di nutrizione dietetica, nata in Spagna nel 1973, dal 1999 ha poi iniziato la sua espansione internazionale.

A livello mondiale esistono più di 2000 centri di franchising, distribuiti in circa 30 Paesi, di cui più di 400 in Italia.

Lo slogan aziendale è “Perdere peso mangiando bene“, ovvero riuscire a dimagrire senza soffrire per troppi sacrifici.

Come funziona

Il primo passo per intraprendere questa dieta è recarsi in uno dei centri specializzati ed effettuare una consulenza gratuita.

Gli esperti poi consiglieranno una dieta “personalizzata” da associare ad alcuni integratori e sostituti pasto, sempre della linea Naturhouse.

I prodotti del marchio hanno, più che altro, due funzioni: combattere la ritenzione idrica e accelerare il metabolismo.

La Dieta Naturhouse prevede anche attività fisica, ma questa non è il motivo della riuscita o fallimento del programma alimentare.

La durata della dieta non è uguale per tutti, ma dipende dal numero di kg di peso corporeo da perdere.

Nella prima fase della dieta vengono eliminati innanzitutto i carboidrati , mentre tutti gli altri nutrienti si consumono seguendo la classica Piramide nutrizionale.

Primo step

Durante il primo colloquio conoscitivo, il consulente cerca di capire lo stile di vita e le abitudini alimentari del paziente e, dal canto suo, cerca di fornirgli i concetti base di una sana alimentazione.

Il consulente Naturhouse cerca di insegnare al cliente le proprietà nutritive degli alimenti, di spiegare che funziona la piramide alimentare, quali sono i modi migliori per cucinare e noverare i cibi e come leggere le tabelle nutrizionali.

Cerca inoltre di trasmettergli l’importanza di scegliere prodotti freschi, di stagione e soprattutto a km zero.

La fase di dimagrimento

La dieta iniziale è personalizzata in base al peso, alla percentuale di massa grassa e ad eventuali patologie di ci soffre il cliente.

Durante la prima fase sono previsti 5 pasti al giorno, che possono essere composti da tutti gli alimenti sani: verdura e frutta, pesce, carne e formaggi.

Sono vietati fritti, dolci e alcol e vietati o almeno ridotti al minimo tutti i carboidrati: pasta, pizza, pane, riso e patate. Questi vengono sostituiti con prodotti appositi.

In contemporanea a queste indicazioni nutrizionali, vengono consigliati integratori per eliminare le tossine e drenare tutti i liquidi in eccesso.

Tutto il percorso è seguito da nutrizionisti, biologi e dietisti dei centri Naturhouse, che settimanalmente effettuano un controllo e consulenza per monitorarlo.

In occasione dei controlli settimanali, si verificano i progressi ed eventuali modifiche da effettuare al piano dietetico o ai prodotti da assumere.

Fase di mantenimento e attacco

Durante la fase di mantenimento pane, pasta e gli altri carboidrati vengono gradualmente reintegrati nell’alimentazione.

Il trucco sta nella fase d’attacco, ovvero quella da attuare il giorno successivo al consumo dei carboidrati, in poche parole il giorno seguente ci si nutre come nella prima fase.

I prodotti della Dieta Naturhouse

I prodotti che  i centri Naturhouse abbinano alla dieta sono diversi, variano dall’integrazione alla cosmesi.

Tra gli integratori troviamo:

  • Capsule, fiale e drink drenanti,
  • Budini sostitutivi del pasto,
  • Barrette sostitutive,
  • Biscotti ricchi di fibre,
  • Cereali d’avena,
  • Fette biscottate integrali al sesamo,
  • Marmellata,
  • Dado vegetale.

Tra i cosmetici:

  • Crema contorno occhi,
  • Crema anti età,
  • Crema rivitalizzante,
  • Peeling corpo,
  • Abbronzante.

Esempio e menù tipico

La Dieta Naturhouse, essendo un piano personalizzato, non prevede uno schema uguale per tutti.

Ma se volessimo fare comunque un esempio:

Colazione: 1 yogurt bianco magro

Spuntino: Centrifugato di verdure

Pranzo: Carne bianca e verdure cotte con olio extravergine di oliva a crudo

Merenda: 1 frutto di stagione

Cena: Pesce e verdure crude con olio a crudo

Nella fase di mantenimento c’è l’aggiunta dei carboidrati, che ovviamente andrebbero scelti tra quelli proposti nella linea Naturhouse.

I costi della Dieta Naturhouse

Le consulenze nei centri sono gratuite, ma ad ognuna di queste viene consigliata l’assunzione di prodotti del valore di circa 30/50 €.

Il business si basa proprio sulla vendita di questi prodotti, la consulenza è gratuita, ma il soggetto che vuole dimagrire è praticamente costretto ad acquistare gli integratori, perchè fanno parte del metodo per dimagrire.

Per questo all’incirca la spesa settimanale, se si segue la dieta, così come ci viene indicata, costerà circa 30€ a settimana.

I risultati

Per quanto riguarda i risultati che si ottengono, i clienti di Naturhouse si dividono in chi è super soddisfatto e chi invece ha mollato il colpo, poiché reputa la dieta e i rigidi controlli settimanali, troppo opprimenti.

Chi si dice soddisfatto sostiene di sentirsi più sicuro di sé, di aver raggiunto i risultati desiderati e di aver quindi rinforzato la sua autostima.

Questo metodo, secondo la maggior parte degli utenti, costituisce una valida soluzione per chi ha problemi alimentari, consente di perdere i chili in eccesso e migliora anche lo stile di vita e il benessere generale.

Il successo del metodo dipende da diversi fattori, tra cui la capacità come nutrizionisti degli addetti del centro e l’attitudine del soggetto ad adattarsi alla dieta proposta.

Aspetti negativi

Tra gli aspetti negativi vi è il fatto che per quanto si pensi sia personalizzata come dieta, in realtà viene generata da un software in base ai dati inseriti.

La dieta che ne risulta è quindi è una tra le 150 dieta previste, quindi in realtà, si tratta comunque di modelli prestabiliti e poco elastici.

Anche per quanto riguarda l’educazione alimentare, in verità il cliente impara a conoscere e far affidamento più sui prodotti Naturhouse, che a gestire in autonomia una sana ed equilibrata alimentazione.

Molti dei prodotti fitoterapici che stimolano la diuresi e il metabolismo, contengono estratti tipo il guaranà , e possono risultare pericolosi per chi ha problemi renali o soffre di pressione alta.

Infine la perdita di peso è spesso sfalsata nella Dieta Naturhouse, poiché si tratta più che altro di drenare i liquidi in eccesso e non di effettiva perdita di grasso, soprattutto all’inizio.

Concludendo si può dire che Naturhouse abbia il grande svantaggio di puntare molto sui prodotti, facendo spendere soldi inutilmente ai soggetti che vogliono dimagrire.

Facendo ciò toglie l’attenzione sui veri protagonisti del dimagrimento: educazione alimentare e attività fisica.

Il nostro consiglio è quello di pagare un professionista per essere seguiti in modo professionale.



Potrebbero interessarti anche questi articoli