Home » Salute » Pus all’orecchio: le cause

Pus all’orecchio: le cause

Hai pus all’orecchio e non sai le cause per capire come trovare una cura? in questo articolo spiegheremo le cause e i rimedi che puoi adottare per combattere questo disagio. 

Il dolore all’orecchio e le infezioni sono comuni e possono causare gravi disagi. Sebbene il dolore sia a volte l’unico sintomo, un’infezione all’orecchio o una condizione più grave possono essere accompagnate da pus o altro drenaggio.

Il pus è solitamente associato all’accumulo di batteri. Se noti pus o altro drenaggio proveniente dalle orecchie, consulta il tuo medico per evitare che i sintomi peggiorino.

 

Cosa causa la secrezione di pus dall’orecchio?

Il drenaggio dell’orecchio non dovrebbe essere ignorato. Se noti che liquido, sangue o pus si accumulano nell’orecchio o fuoriescono dall’orecchio, questo potrebbe essere un’indicazione di una condizione grave. Di seguito sono riportate alcune delle potenziali cause di drenaggio o pus dall’orecchio.

 

Otite

Le infezioni dell’orecchio medio, note anche come otite media acuta, sono comuni, in particolare nei bambini. Sono spesso causati da un’infezione batterica o virale che colpisce la parte centrale dell’orecchio. I sintomi comuni di un’infezione all’orecchio includono:

  • dolore
  • pus o drenaggio
  • difficoltà di udito
  • perdita di equilibrio
  • febbre

Se si accumula troppa pressione da un’infezione nell’orecchio medio, il timpano può aprirsi, causando sanguinamento e drenaggio.

Le infezioni dell’orecchio minori possono risolversi da sole, ma i casi più gravi richiedono antibiotici e farmaci antidolorifici. Se la condizione diventa ricorrente, il medico può raccomandare tubi per timpanostomia (tubi auricolari).

Ciò richiede una procedura chirurgica che drena il fluido dall’orecchio medio e inserisce minuscoli tubi nel timpano. Questi aiutano a prevenire l’accumulo di liquidi e batteri nell’orecchio medio.

 

L’orecchio del nuotatore

L’orecchio del nuotatore è un tipo di infezione che colpisce il condotto uditivo esterno (otite esterna). Può succedere quando l’acqua rimane intrappolata nell’orecchio, ad esempio dopo aver nuotato, consentendo la crescita di batteri o funghi.

Puoi anche sviluppare infezioni dell’orecchio esterno se danneggi il rivestimento del condotto uditivo usando tamponi di cotone o altri materiali per pulire l’orecchio. Alcune condizioni mediche, come il diabete, possono renderti più incline a queste infezioni.

I sintomi sono in genere lievi ma possono diventare gravi se l’infezione non viene curata. Se hai l’orecchio del nuotatore o un altro tipo di infezione all’orecchio esterno, potresti riscontrare sintomi tra cui:

  • prurito all’orecchio
  • desquamazione e desquamazione dell’orecchio esterno
  • arrossamento
  • gonfiore del condotto uditivo
  • pus o drenaggio
  • mal d’orecchie
  • udito attutito
  • febbre
  • linfonodi ingrossati

Il trattamento dell’infezione all’orecchio di un nuotatore e di altre infezioni dell’orecchio esterno richiede gocce per le orecchie medicate. Potrebbero essere necessari anche antibiotici o farmaci antimicotici a seconda della causa dell’infezione.

Il medico può anche raccomandare farmaci antidolorifici per un sollievo temporaneo. Durante il trattamento di questa infezione, si consiglia di non immergere l’orecchio, nuotare o utilizzare tappi per le orecchie o cuffie auricolari.

 

Cisti della pelle

Un colesteatoma è una crescita anormale e non cancerosa che può svilupparsi nella parte centrale dell’orecchio dietro il timpano. Spesso si sviluppano come cisti che possono aumentare di dimensioni nel tempo.

Se un colesteatoma aumenta di dimensioni, può distruggere le ossa dell’orecchio medio e causare perdita dell’udito, paralisi dei muscoli facciali e vertigini. Altri sintomi che potresti riscontrare con questa crescita anormale della pelle includono:

  • dolore o dolore
  • drenaggio maleodorante o pus
  • pressione nell’orecchio

I colesteatomi non guariscono o scompaiono da soli. È necessario un intervento chirurgico per rimuoverli e sono necessari antibiotici per trattare l’infezione e ridurre l’infiammazione.

 

Corpo estraneo

Tutto ciò che è estraneo al corpo che può rimanere bloccato nell’orecchio può causare dolore, drenaggio e danni. Questo è particolarmente un problema per i bambini più piccoli. Gli oggetti comuni che possono rimanere intrappolati nel condotto uditivo includono:

  • piccoli pezzi di giocattoli
  • perline
  • cibo
  • insetti
  • pulsanti
  • tamponi di cotone

In alcuni casi, questi oggetti possono essere rimossi a casa una volta che vengono notati, ma solo se sono facilmente visibili vicino all’apertura esterna dell’orecchio.

Se sono intrappolati più avanti nel condotto uditivo, rivolgersi immediatamente a un medico.

Cercare di estrarre questi oggetti estranei da soli può causare più danni.

 

Timpano rotto

Un timpano rotto può essere il risultato di una pressione causata dall’accumulo di liquidi nell’orecchio medio, spesso a causa di un’infezione. Può anche derivare da lesioni all’orecchio o traumi causati da un corpo estraneo. Di conseguenza, potresti notare che liquido o pus drenano dall’orecchio.

Altri sintomi comuni associati a questa condizione includono:

  • dolore all’orecchio acuto e improvviso
  • mal d’orecchi
  • sanguinamento
  • ronzio dell’orecchio
  • vertigini
  • cambiamenti di udito
  • infezioni agli occhi o ai seni

Un timpano rotto di solito guarisce senza cure mediche. Tuttavia, il medico può raccomandare un intervento chirurgico per riparare la rottura se non guarisce da sola.

 

Pus all’orecchio: i rimedi

Il medico può anche prescrivere antibiotici per trattare un’infezione all’orecchio insieme a farmaci per alleviare il dolore.

Il drenaggio o lo scarico dell’orecchio non dovrebbero essere ignorati. La comparsa di pus può essere un segno di un’infezione all’orecchio o di una condizione sottostante che dovrebbe essere discussa con il medico.

Se questo sintomo è associato a dolore intenso, trauma cranico o perdita dell’udito, rivolgersi immediatamente a un medico.

Le infezioni minori possono risolversi da sole, ma spesso è necessario un trattamento da parte del medico per prevenire o gestire condizioni ricorrenti.

 



Potrebbero interessarti anche questi articoli