Home » Salute » Formicolio ai denti: cause e prevenzione

Formicolio ai denti: cause e prevenzione

Hai il formicolio ai denti e ti stai chiedendo il perché?

Il formicolio ai denti può essere un sintomo occasionale che non è motivo di preoccupazione, oppure può indicare qualcosa di più serio.

Questo articolo tratterà le cause e il trattamento del formicolio ai denti, nonché le strategie di prevenzione per ridurre la probabilità che questi sintomi continuino a verificarsi.

 

Cause e trattamento del formicolio ai denti

Se i tuoi denti ti fanno venire un brivido lungo la schiena quando mangi, o anche solo quando sei fermo, potresti aver bisogno di un trattamento. Oppure potresti no. Tutto dipende dalla causa sottostante.

Cavità

Formicolio ai denti può essere un sintomo di una cavità che deve essere affrontata.

La carie, causata da batteri, provoca la comparsa di macchie marroni o bianche sui denti. Nel tempo, questi punti possono trasformarsi in fori sulla superficie di un dente e questi fori possono penetrare fino al nervo del dente.

Una cavità in uno stadio avanzato dovrà essere riempita da un dentista per preservare il dente e per fermare i sintomi di dolore e formicolio.

 

Dente rotto

Se un dente si rompe o si rompe, il nervo del tuo dente potrebbe essere esposto. A volte, potresti non essere in grado di vedere che il tuo dente è danneggiato, ma sentirai i sintomi di formicolio ai denti.

I denti incrinati o rotti in genere devono essere trattati con la riparazione dei denti. Questo può essere fatto con l’incollaggio o una corona, o con un impianto dentale se il tuo dente non può essere riparato.

 

Sensibilità dei denti

La sensibilità dei denti, chiamata anche ipersensibilità dentinale, significa che i denti sono molto sensibili a determinati tipi di stimolazione.

Ciò può significare che mangiare cibo caldo, bere qualcosa di freddo o mordere troppo forte può causare una sensazione di brividi o formicolio ai denti.

La sensibilità dei denti si verifica quando lo smalto dei denti si è consumato o eroso mangiando cibi acidi, lavandosi i denti troppo forte o come parte naturale dell’invecchiamento.

Può anche essere un sintomo di una condizione medica, come il reflusso acido, o un disturbo alimentare come la bulimia.

Il miglior trattamento per preservare lo smalto è la prevenzione. Dopotutto, lo smalto dei denti è la sostanza più dura del tuo corpo. Puoi anche trattarlo con uno speciale dentifricio o collutorio che ti aiuterà a desensibilizzare i tuoi denti.

 

Pulpite

La tua polpa è l’area carnosa all’interno di ciascuno dei tuoi denti che contiene vasi sanguigni e terminazioni nervose.

La pulpite è un’infiammazione nella polpa di uno dei denti, solitamente causata da un’infezione batterica. I sintomi includono non solo dolore, ma anche formicolio nell’area dell’infiammazione.

A volte la pulpite può essere trattata riempiendo una cavità per proteggere la polpa del dente. Altre volte, la polpa del tuo dente deve essere rimossa con un canale radicolare.

 

Nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è una condizione di dolore cronico che colpisce i nervi ai lati del viso.

Quando si dispone di questa condizione, chiudere la mascella o lavarsi i denti a volte può causare formicolio o dolore intenso, di solito su un lato del viso. Anche mangiare e bere può scatenare sintomi.

La nevralgia del trigemino a volte può essere trattata con farmaci antiepilettici usati per bloccare i segnali nervosi al cervello. Se i farmaci non funzionano per te, la chirurgia è un’altra opzione di trattamento.

 

Sindrome della bocca che brucia

La sindrome della bocca che brucia provoca dolore, formicolio e bruciore alla bocca, alla lingua e ai denti.

Può verificarsi come sintomo di un’altra condizione di salute, come allergie o reflusso acido, oppure può essere una condizione primaria a sé stante senza una causa sottostante.

Il trattamento per la sindrome della bocca che brucia può comportare determinati farmaci ed evitare trigger, come cibi acidi o piccanti.

Potrebbe anche essere consigliato di cambiare il dentifricio e ridurre i livelli di stress.

 

Formicolio ai denti: la prevenzione

Per la maggior parte delle persone, il modo migliore per prevenire i sintomi del formicolio ai denti è praticare una buona igiene orale.

Per proteggere i denti dalle infezioni e dall’usura dello smalto, attenersi alla seguente procedura:

  • Usa sempre uno spazzolino in buone condizioni e scegline uno con setole più morbide.
  • Segui una dieta rispettosa dello smalto che limiti i cibi acidi.
  • Indossare sempre un paradenti quando si praticano sport di contatto.
  • Lavati i denti due volte al giorno e usa il filo interdentale ogni giorno.
  • Adottare misure per trattare il bruxismo (digrignamento dei denti).
  • Rivolgiti regolarmente al tuo dentista per un controllo e una pulizia della salute orale.
  • Quando contattare un dentista per il formicolio ai denti
  • Se i tuoi denti formicolano frequentemente o ti causano dolore, non dovresti ignorarlo. Il formicolio ai denti può essere un sintomo precoce di carie o di erosione dello smalto, ed è meglio farsi curare prima piuttosto che dopo.

Se hai una sensibilità ai denti che sta limitando il godimento dei tuoi cibi preferiti, chiedi a un dentista una prescrizione per un dentifricio o un collutorio che possa aiutare a trattare questi sintomi.

Ti potrebbe anche interessare: vitamina A, carenza, benefici



Potrebbero interessarti anche questi articoli

Carie: cos’è e come si cura

Cos’è la Carie? L’azione di microorganismi presenti nel cavo orale. Come si cura? Di certo, non si cura solo andando dal dentista; il perché lo approfondiremo in questo articolo, in…

Aloe vera sul viso: i benefici 

L’aloe vera sul viso e suoi benefici sono forse uno dei rimedi erboristici più utilizzati per le malattie cutanee attuali. Questo perché i componenti gelatinosi della pianta sono noti per…