Home » Salute » Ipertensione: che cos’è, sintomi, diagnosi e trattamenti

Ipertensione: che cos’è, sintomi, diagnosi e trattamenti

Ipertensione: di cosa si tratta, quali i sintomi e quali i rimedi da adottare? In questo articolo scopriamo tutto quello che che c’è da sapere a proposito. 

La misurazione della pressione sanguigna tiene conto della quantità di sangue che passa attraverso i vasi sanguigni e della quantità di resistenza che il sangue incontra mentre il cuore pompa.

L’ipertensione, o ipertensione, si verifica quando la forza del sangue che spinge attraverso i vasi è costantemente troppo alta. In questo articolo, tratteremo le basi dell’ipertensione, inclusi i suoi sintomi, le cause, il modo in cui viene trattata e altro ancora.

 

Cos’è la pressione alta?

I vasi sanguigni stretti, noti anche come arterie, creano più resistenza per il flusso sanguigno. Più strette sono le tue arterie, maggiore è la resistenza e maggiore sarà la pressione sanguigna. A lungo termine, l’aumento della pressione può causare problemi di salute, comprese le malattie cardiache.

L’ipertensione è abbastanza comune. Infatti, da quando le linee guida sono cambiate nel 2017, a quasi la metà degli adulti americani potrebbe essere diagnosticata questa condizione.

L’ipertensione si sviluppa in genere nel corso di diversi anni. Di solito, non noti alcun sintomo. Ma anche senza sintomi, l’ipertensione può causare danni ai vasi sanguigni e agli organi, in particolare il cervello, il cuore, gli occhi e i reni.

La diagnosi precoce è importante. Letture regolari della pressione sanguigna possono aiutare te e il tuo medico a notare eventuali cambiamenti. Se la tua pressione sanguigna è elevata, il medico potrebbe farti controllare la pressione sanguigna per alcune settimane per vedere se il numero rimane elevato o torna a livelli normali.

Il trattamento per l’ipertensione comprende sia la prescrizione di farmaci che i cambiamenti dello stile di vita sano. Se la condizione non viene trattata, potrebbe portare a problemi di salute, inclusi infarto e ictus.

 

Come leggere la pressione alta

Due numeri creano una lettura della pressione sanguigna. La pressione sistolica (numero superiore) indica la pressione nelle arterie quando il cuore batte e pompa il sangue. La pressione diastolica (numero in basso) è la lettura della pressione nelle arterie tra i battiti del cuore.

Cinque categorie definiscono le letture della pressione sanguigna per gli adulti:

  • Sano: una lettura della pressione sanguigna sana è inferiore a 120/80 millimetri di mercurio (mm Hg).
  • Elevato: il numero sistolico è compreso tra 120 e 129 mm Hg e il numero diastolico è inferiore a 80 mm Hg. I medici di solito non trattano la pressione sanguigna elevata con i farmaci. Invece, il medico può incoraggiare cambiamenti nello stile di vita per aiutare a ridurre i numeri.
  • Ipertensione di stadio 1: il numero sistolico è compreso tra 130 e 139 mm Hg, oppure il numero diastolico è compreso tra 80 e 89 mm Hg.
  • Ipertensione di stadio 2: il numero sistolico è pari o superiore a 140 mm Hg, oppure il numero diastolico è pari o superiore a 90 mm Hg.
  • Crisi ipertensiva: il numero sistolico è superiore a 180 mm Hg o il numero diastolico è superiore a 120 mm Hg. La pressione sanguigna in questo intervallo richiede cure mediche urgenti. Se si verificano sintomi come dolore toracico, mal di testa, mancanza di respiro o cambiamenti visivi quando la pressione sanguigna è così alta, è necessaria l’assistenza medica al pronto soccorso.

 

Una lettura della pressione sanguigna viene eseguita con un bracciale a pressione. Per una lettura accurata, è importante avere un bracciale che si adatti. Un bracciale non aderente può fornire letture imprecise.

Le letture della pressione sanguigna sono diverse per bambini e adolescenti. Chiedi al medico di tuo figlio gli intervalli salutari per tuo figlio se ti viene chiesto di monitorare la sua pressione sanguigna.

Quali sono i sintomi dell’ipertensione?

L’ipertensione è generalmente una condizione silenziosa. Molte persone non sperimenteranno alcun sintomo. Potrebbero essere necessari anni o addirittura decenni prima che la condizione raggiunga livelli abbastanza gravi da rendere evidenti i sintomi. Anche allora, questi sintomi possono essere attribuiti ad altri problemi.

La fonte attendibile di ipertensione grave può includere:

  • risciacquo
  • macchie di sangue negli occhi (emorragia sottocongiuntivale)
  • vertigini

Il modo migliore per sapere se si soffre di ipertensione è ottenere letture regolari della pressione sanguigna. La maggior parte degli studi medici effettua una lettura della pressione sanguigna ad ogni appuntamento.

Se hai solo un esame fisico annuale, parla con il tuo medico dei tuoi rischi per l’ipertensione e di altre letture di cui potresti aver bisogno per aiutarti a controllare la pressione sanguigna.

Ad esempio, se hai una storia familiare di malattie cardiache o hai fattori di rischio per lo sviluppo della condizione, il medico potrebbe consigliarti di controllare la pressione sanguigna due volte l’anno. Questo aiuta te e il tuo medico a rimanere al passo con eventuali problemi prima che diventino problematici.

Quali sono le cause della pressione alta?

Ci sono due tipi di ipertensione. Ogni tipo ha una causa diversa.

Ipertensione essenziale (primaria).

L’ipertensione essenziale è anche chiamata ipertensione primaria. Questo tipo di ipertensione si sviluppa nel tempo. La maggior parte delle persone ha questo tipo di pressione alta.

Una combinazione di fattori in genere gioca un ruolo nello sviluppo dell’ipertensione essenziale:

  • Geni: alcune persone sono geneticamente predisposte all’ipertensione. Questo può essere dovuto a mutazioni genetiche o anomalie genetiche ereditate dai tuoi genitori.
  • Età: gli individui di età superiore ai 65 anni sono più a rischio di ipertensione.
  • Razza: gli individui neri non ispanici hanno una maggiore incidenza di ipertensione.
  • Vivere con l’obesità: vivere con l’obesità può portare ad alcuni problemi cardiaci, inclusa l’ipertensione.
  • Elevato consumo di alcol: le donne che bevono abitualmente più di un drink al giorno e gli uomini che ne bevono più di due al giorno possono essere maggiormente a rischio di ipertensione.
  • Vivere uno stile di vita molto seditario: bassi livelli di fitness sono stati collegati all’ipertensione.
  • Vivere con il diabete e/o la sindrome metabolica: gli individui con diagnosi di diabete o sindrome metabolica hanno un rischio maggiore di sviluppare ipertensione.
  • Assunzione elevata di sodio: esiste una piccola associazione tra assunzione giornaliera elevata di sodio (più di 1,5 g al giorno) e ipertensione.

 

Ipertensione secondaria

L’ipertensione secondaria si manifesta spesso rapidamente e può diventare più grave dell’ipertensione primaria. Diverse condizioni che possono causare ipertensione secondaria includono:

  • malattie renali
  • apnea ostruttiva del sonno
  • difetti cardiaci congeniti
  • problemi con la tiroide
  • effetti collaterali dei farmaci
  • uso di droghe illegali
  • consumo cronico di alcol
  • problemi alle ghiandole surrenali
  • alcuni tumori endocrini

 

Diagnosi di ipertensione

Diagnosticare l’ipertensione è semplice come misurare la pressione sanguigna. La maggior parte degli studi medici controlla la pressione sanguigna come parte di una visita di routine. Se non ricevi una lettura della pressione sanguigna al tuo prossimo appuntamento, richiedine una.

Se la pressione sanguigna è elevata, il medico potrebbe chiederti di avere più letture nel corso di alcuni giorni o settimane. Raramente viene data una diagnosi di ipertensione dopo una sola lettura.

Il medico ha bisogno di vedere le prove di un problema prolungato. Questo perché il tuo ambiente può contribuire all’aumento della pressione sanguigna, come lo stress che potresti provare stando nello studio del medico. Inoltre, i livelli di pressione sanguigna cambiano durante il giorno.

Se la pressione sanguigna rimane alta, il medico probabilmente eseguirà più test per escludere condizioni sottostanti. Questi test possono includere:

  • screening del colesterolo e altri esami del sangue
  • test dell’attività elettrica del tuo cuore con un elettrocardiogramma (ECG, a volte indicato come ECG)
  • ecografia del cuore o dei reni
  • misuratore di pressione sanguigna a casa per monitorare la pressione sanguigna per un periodo di 24 ore a casa

Questi test possono aiutare il medico a identificare eventuali problemi secondari che causano la pressione sanguigna elevata. Possono anche esaminare gli effetti che l’ipertensione potrebbe aver avuto sui tuoi organi.

Durante questo periodo, il medico può iniziare a curare l’ipertensione. Il trattamento precoce può ridurre il rischio di danni permanenti.

 

Trattamento per la pressione alta

Una serie di fattori aiuta il medico a determinare la migliore opzione di trattamento per te. Questi fattori includono il tipo di ipertensione che hai e quali cause sono state identificate.

 

Trattamento dell’ipertensione primaria

Se il medico diagnostica un’ipertensione primaria, i cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a ridurre la pressione alta. Se i cambiamenti nello stile di vita da soli non sono sufficienti o se smettono di essere efficaci, il medico può prescrivere farmaci.

 

Trattamento dell’ipertensione secondaria

Se il medico scopre un problema di fondo che causa l’ipertensione, il trattamento si concentrerà su quell’altra condizione. Ad esempio, se un farmaco che hai iniziato a prendere sta causando un aumento della pressione sanguigna, il medico proverà altri farmaci che non hanno questo effetto collaterale.

A volte, l’ipertensione è persistente nonostante il trattamento per la causa sottostante. In questo caso, il medico potrebbe collaborare con te per sviluppare cambiamenti nello stile di vita e prescrivere farmaci per ridurre la pressione sanguigna.

I piani di trattamento per l’ipertensione spesso si evolvono. Ciò che ha funzionato all’inizio potrebbe diventare meno utile nel tempo. Il medico continuerà a collaborare con lei per perfezionare il trattamento.

 

Rimedi casalinghi per la pressione alta

I cambiamenti dello stile di vita sano possono aiutarti a controllare i fattori che causano l’ipertensione. Ecco alcuni dei più comuni.ì

Sviluppare una dieta salutare per il cuore

Una dieta sana per il cuore è fondamentale per aiutare a ridurre la pressione alta. È anche importante per gestire l’ipertensione che è sotto controllo e ridurre il rischio di complicanze. Queste complicazioni includono malattie cardiache, ictus e infarto.

Una dieta sana per il cuore sottolinea:

  • frutta
  • la verdura
  • cereali integrali
  • proteine ​​magre come il pesce

 

Aumentare l’attività fisica

Oltre ad aiutarti a perdere peso (se il tuo medico lo ha raccomandato), l’esercizio può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna in modo naturale e rafforzare il tuo sistema cardiovascolare.

Cerca di ottenere 150 minuti di attività fisica moderata ogni settimana. Sono circa 30 minuti, 5 volte a settimana.

 

Raggiungere un peso ottimale

Se vivi con l’obesità, mantenere un peso moderato con una dieta salutare per il cuore e una maggiore attività fisica può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna.

 

Gestire lo stress

L’esercizio fisico è un ottimo modo per gestire lo stress. Anche altre attività possono essere utili. Questi includono:

  • meditazione
  • respirazione profonda
  • massaggio
  • rilassamento muscolare
  • yoga o tai chi
  • Dormire adeguatamente può anche aiutare a ridurre i livelli di stress.

 

Smettere di fumare e limitare l’alcol

Se sei un fumatore e ti è stata diagnosticata la pressione alta, molto probabilmente il tuo medico ti consiglierà di smettere. Le sostanze chimiche nel fumo di tabacco possono danneggiare i tessuti del corpo e indurire le pareti dei vasi sanguigni.

Se consumi regolarmente troppo alcol o hai una dipendenza da alcol, chiedi aiuto per ridurre la quantità che bevi o smetti del tutto. Bere alcol in eccesso può aumentare la pressione sanguigna.

Ti potrebbe anche interessare: mani e dita gonfie 



Potrebbero interessarti anche questi articoli

Bruxismo: cos’è e come smettere

Il bruxismo è un gesto involontario effettuato con i denti, con esattezza è quando l’arcata superiore dei denti si sfrega con quelli inferiori oppure che viene fatta una forte contrazione…

Sinusite: cos’è e come si cura

La Sinusite è un’infiammazione inconfondibile dei seni paranasali; non si può confondere con l’emicrania o la cefalea, perché la sede interessata è tipicamente quella del volto. Inoltre, il fastidio associato…

Verruca: cos’è e come si cura

Vediamo cos’è la verruca, come riconoscerla, prevenirla e curarla, ma soprattutto scopriamo quali sono i diversi tipi di verruca. Cos’è una verruca Partiamo dal significato della parola verruca, questa deriva…