Home » Salute » Proteggere la pelle del bambino: consigli utili

Proteggere la pelle del bambino: consigli utili

Vuoi proteggere la pelle del tuo bambino dal sole? In questo articolo andiamo scopriamo 8 consigli utili per far sì che il tuo bambino possa stare al sole in totale sicurezza. 

I bambini hanno la reputazione di avere una pelle perfetta, quindi sorprende la maggior parte dei nuovi genitori scoprire che la pelle morbida per bambini è un po’ un mito. Gli inestetismi della pelle sono in realtà abbastanza comuni nel primo anno di vita.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che puoi utilizzare per assicurarti che la pelle del tuo bambino rimanga liscia e sana.

 

Proteggere la pelle del tuo bambino: 8 consigli da seguire

1. Tieni il tuo bambino al sole lo stretto necessario

Dovresti limitare il più possibile il tempo del tuo bambino al sole. Quando li porti fuori, cerca di tenere la pelle al riparo dal sole, anche in inverno.

Non dovresti applicare la protezione solare a un bambino di età inferiore ai 6 mesi. Invece, raccomandano quanto segue:

  • tieni il tuo bambino all’ombra il più possibile
  • metti al ​​tuo bambino un cappello che copre il collo e le orecchie
  • vesti il ​​tuo bambino con abiti larghi e leggeri che coprano braccia e gambe
  • limitare l’esposizione al sole tra le 10:00 e le 16:00 quando i raggi ultravioletti (UV) sono più forti

È anche importante mantenere il tuo bambino idratato con latte materno se trascorri più di qualche minuto all’aperto.

Raccomandiamo di evitare di applicare la protezione solare ai bambini di età inferiore ai 6 mesi, ma raccomandiamo che i bambini più grandi utilizzino una protezione solare almeno 50.

Se hai domande sull’uso della protezione solare sul tuo bambino, il medico del tuo bambino dovrebbe essere in grado di aiutarti.

 

2. Fai attenzione alla pelle secca

Non tutti i bambini hanno bisogno di applicare una crema idratante. È normale che i bambini sviluppino piccole macchie di pelle secca nelle prime settimane dopo essere tornati a casa. Questi cerotti spesso scompaiono da soli, senza la necessità di alcuna crema idratante aggiuntiva.

Se il tuo bambino ha la pelle molto secca o screpolata, puoi applicare prodotti a base di vaselina. Puoi anche applicare una lozione idratante sulla pelle se è priva di profumi e coloranti, che possono irritare ancora di più la pelle del tuo bambino.

Oli vegetali naturali, come oli di oliva, cocco o semi di girasole, sono stati suggeriti come idratanti per i bambini, ma ci sono alcune prove che possono effettivamente peggiorare la pelle secca o l’eczema nei bambini.

 

3. Segui le migliori pratiche per il bagno

Attenersi alle migliori pratiche per il bagnetto dei bambini. Dovresti fare il bagnetto al tuo bambino regolarmente, ma non devi lavarlo tutti i giorni.

Puoi usare un panno morbido e acqua tiepida per mantenere pulite le mani, il viso, i genitali e altre parti del corpo tra un lavaggio e l’altro nella vasca. Tuttavia, in alcuni casi, le salviette possono causare più irritazioni e secchezza della pelle.

Raccomandiamo i seguenti consigli di base per l’ora del bagno:

  • tieni il tuo bambino in modo sicuro e non lasciarlo mai incustodito
  • usa acqua tiepida, non calda
  • eseguire il bagno in una stanza calda
  • mantenere i bagni brevi, tra 5 e 10 minuti
  • lava gli occhi e il viso del tuo bambino solo con acqua
  • prendi in considerazione l’aggiunta di un sapone per bambini senza profumo e coloranti quando lavi i capelli e il corpo del tuo bambino
  • Dopo il bagno, asciugalo completamente prima di metterlo nei vestiti o nel pannolino.

 

4. Non far sudare la testa 

La crosta lattea è una condizione comune della pelle nei bambini che di solito si sviluppa tra le 3 settimane e i 3 mesi di età.

Con il cappuccio della culla, noterai macchie giallastre dall’aspetto untuoso, chiamate placche, attorno al cuoio capelluto del tuo bambino e alla sommità della testa. Il cappuccio della culla può anche apparire sulla fronte, sulle sopracciglia e intorno alle orecchie.

Nella maggior parte dei casi, il cappuccio della culla si risolve da solo. Prima di fare il bagno al tuo bambino, può essere utile applicare una piccola quantità di emolliente, come l’olio minerale, sulla zona interessata prima di lavare il cuoio capelluto e la testa del tuo bambino con uno shampoo delicato.

 

5. Evitare i fattori scatenanti della dermatite da contatto

Dermatite da contatto significa che qualcosa ha causato una reazione allergica sulla pelle del tuo bambino. Può apparire in molti modi diversi, inclusa la pelle arrossata e gonfia o la pelle secca, screpolata e desquamata.

I seguenti sono irritanti e allergeni comuni che possono causare dermatite da contatto:

  • saliva
  • urina
  • saponi o detersivi
  • lozioni
  • coloranti
  • profumi
  • cosmetici
  • lattice
  • alcuni metalli

Se non riesci a determinare cosa ha causato la reazione, dovresti parlare con il medico di tuo figlio.

Il trattamento spesso prevede rimedi casalinghi e raccomandazioni, come i seguenti:

  • vesti il ​​tuo bambino con abiti larghi ed evita tessuti ruvidi, come la lana
  • utilizzare creme idratanti inodore e senza coloranti sulla pelle
  • fai il bagno al tuo bambino ogni giorno in acqua tiepida fino a quando l’eruzione cutanea inizia a scomparire
  • evitare la sostanza che ha causato l’eruzione cutanea

 

6. Guarda per la crescita delle unghie

Anche se le unghie del tuo bambino sono piccole e sottili, potrebbero essere comunque affilate. Le unghie lunghe o affilate possono causare graffi sul viso o sul corpo, quindi è una buona idea tenere d’occhio come crescono le unghie del tuo bambino.

Le unghie del bambino crescono rapidamente, quindi potrebbe essere necessario limare o tagliare le unghie del bambino ogni settimana o più spesso. Puoi usare una lima per unghie non di metallo per lisciare e accorciare delicatamente le unghie o un tagliaunghie per bambini per ridurne la lunghezza.

Si consiglia di tagliare o limare le unghie del bambino mentre dorme o è molto rilassato per evitare movimenti improvvisi che potrebbero causare lesioni.

 

7. Aiuta a prevenire l’eruzione cutanea

Se il tuo bambino si surriscalda, può verificarsi un’eruzione cutanea. Appare spesso vicino alle pieghe della pelle o alle aree in cui i vestiti sfregano contro la pelle. Un’eruzione cutanea da calore si presenta come minuscole macchie rosse sulla pelle ed è spesso più evidente nei bambini con un tono della pelle chiaro.

L’eruzione di calore si verifica quando le ghiandole sudoripare si bloccano. Il clima caldo e umido, oli o altri unguenti possono causare il sovraccarico o il blocco delle ghiandole sudoripare, causando un’eruzione cutanea.

Per curare il tuo bambino, dovresti mantenere la pelle fresca ed evitare di usare prodotti a base di olio. Un bagno fresco o un asciugamano possono aiutare ad alleviare il prurito e a eliminare l’eruzione cutanea.

Dovresti contattare il medico del tuo bambino se l’eruzione cutanea non migliora entro 3 giorni, se la pelle appare infetta o se il tuo bambino sviluppa una febbre di 100 ° F o superiore.

 

8. Prenditi cura del cordone ombelicale

Quando porti a casa il tuo bambino per la prima volta, il cordone ombelicale sarà ancora attaccato all’ombelico. Dovrai mantenere l’area il più pulita e asciutta possibile fino a quando il cavo non cade in circa 1 o 3 settimane.

È importante non tirare o cercare di forzare la caduta del cordone ombelicale. Si staccherà da solo. Non è necessario applicare alcuna sostanza, nemmeno l’alcol denaturato, per prevenire infezioni o aiutare nel processo di asciugatura.

Dovresti chiamare il medico del tuo bambino se noti:

  • pus
  • arrossamento o gonfiore
  • febbre di 100°F o superiore
  • scarico maleodorante
  • grande quantità di sanguinamento

Ti potrebbe anche interessare: abbronzarsi in gravidanza è pericoloso?



Potrebbero interessarti anche questi articoli